Seregno: le minoranze abbandonano l’aula del Consiglio

Protesta per la mancanza del numero legale, maggioranza ancora in affanno senza tre consiglieri della Lega e il capogruppo di FdI

03 Maggio 2017 ore 08:42

Martedi sera le minoranze hanno abbandonato l’aula del Consiglio comunale in segno di protesta per la mancanza del numero legale. Maggioranza ancora in affanno per l’assenza di tre consiglieri della Lega Nord oltre al capogruppo di Fratelli d’Italia. Inoltre un consigliere del Carroccio non avrebbe potuto votare il punto sull’urbanistica, all’ordine del giorno, per conflitto d’interesse.

La decisione verso mezzanotte

La decisione delle opposizioni è maturata intorno a mezzanotte, poco prima di discutere l’ordine del giorno al termine della lunga fase delle comunicazioni e delle interpellanze che hanno trattato i temi dell’Azienda partecipata, Aeb-Gelsia, della sicurezza e della metrotramvia.

Rinviato il piano commerciale di Sant’Ambrogio

Iscritto all’ordine del giorno del Consiglio c’era il cosiddetto Pac-1, il piano di attuazione commerciale per la realizzazione di un’area commerciale e di ristorazione fra le vie Toselli, Milano e allo Stadio, contestato dalle minoranze, da alcune associazioni ambientaliste e dai residenti per il rischio del traffico. Il sindaco, Edoardo Mazza, si è stupito della decisione delle minoranze. “Non era prevista la discussione di un argomento così articolato a partire dalla mezzanotte”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia