Politica
In Consiglio

Seveso Futura: "Sottopassi, grave la conferma di alcune scelte"

Critiche del capogruppo Garofalo anche in merito al bilancio.

Seveso Futura: "Sottopassi, grave la conferma di alcune scelte"
Politica Seregnese, 01 Dicembre 2022 ore 14:32

Consiglio comunale a Seveso: commento da parte dell'associazione politica Seveso Futura, critica per quanto riguarda il bilancio e la questione sottopassi.

Sottopassi, lavori nel 2023

A seguito delle richieste di Seveso Futura, nel Consiglio comunale di mercoledì 30 novembre, il sindaco Alessia Borroni ha dato comunicazione degli esiti della riunione intercorsa lo scorso 17 novembre tra l'Amministrazione e Ferrovie Nord. E' emerso che i lavori per il sottopasso sud al confine con Cesano Maderno inizieranno entro il 2023, quindi la gara d’appalto è prevista per i primi mesi del nuovo anno. In merito al cosiddetto sottopasso in centro (potenziamento nodo Seveso, raddoppio ferroviario e opere sostitutive dei passaggi a livello), è stato comunicato che è in fase di completamento la procedura di aggiudicazione. La firma del contratto avverrà nel primo trimestre 2023, poi seguirà la progettazione esecutiva in carico all’appaltatore. Anche in questo caso l’avvio dei lavori è previsto nel 2023.

Garofalo: "Disagi per la cittadinanza"

“Finalmente, dopo molte richieste da parte di Seveso Futura, l’Amministrazione ha concesso di rendere pubbliche le notizie sullo stato delle opere dei sottopassi. Sono opere che incideranno profondamente sulla vita dei cittadini e crediamo che la città abbia necessità di conoscere in maniera completa e approfondita cosa succederà sul nostro territorio: per questo invitiamo la Giunta a pubblicare in maniera trasparente i documenti sul sito del Comune”, ha commentato Giorgio Garofalo, consigliere di Seveso Futura. “Siamo preoccupati di sapere che entrambi i cantieri cominceranno nel 2023 e che questi dureranno almeno per quattro anni: i disagi per la cittadinanza saranno molti, per questo chiediamo coinvolgimento nelle sedi competenti per ridurre l’impatto e per scongiurare problemi sulla sicurezza”, ha continuato il consigliere, aggiungendo: “Grazie al lavoro della minoranza in Consiglio registriamo piccoli successi per la conferma di disponibilità di una diversa configurazione di alcuni manufatti per ridurre le barriere architettoniche, ma non siamo per nulla soddisfatti di sapere che per il comparto Schwarzenbach l’Amministrazione non sia riuscita a ottenere nessun intervento prima dell’avvio del cantiere con evidenti rischi di sicurezza e grave danno per le attività produttive. Grave anche che venga confermata, oltre alla chiusura dei passaggi a livello di via Montello e via Manzoni, la chiusura dei passaggi a livello di via Leoncavallo. Chiediamo alla sindaca e al presidente Riccardo Sala di convocare immediatamente una Commissione Territorio per approfondire tutti gli elementi legati al progetto esecutivo e ai cantieri”.

Bollette triplicate, c'è preoccupazione

Oltre che di sottopassi, nella seduta si è discusso anche di bilancio, con Seveso Futura che esprime preoccupazione per l’aumento delle bollette di luce e gas, per la sempre più lenta e difficoltosa attività di recupero dell’evasione, ma soprattutto per la mancanza da parte dell’ente di una strategia sui capitoli più importanti come efficientamento energetico e personale: “Nutriamo molta preoccupazione perché le bollette sono triplicate, accade alle famiglie sevesine ma accade anche al Comune e questo dà molta incertezza sul futuro. Già a febbraio avevamo proposto all’Amministrazione di collaborare per trovare una strategia comune di risparmio energetico. La Giunta ha respinto la richiesta ignorando la nostra disponibilità: il risultato della scelta è disastrosa, perché non si è fatto nulla per arginare il fenomeno e le spese ricadranno sulla comunità - ha dichiarato Garofalo - Manca totalmente una strategia sull’efficientamento energetico e anche sull’organizzazione del personale pare non ci sia una direzione chiara. L’invito all’Amministrazione è di non esternalizzare i servizi e, al massimo, a usufruire di quelli messi a disposizione della provincia di Monza e Brianza”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie