Sulbiate, Mauri si sfila dalla corsa a sindaco

Sempre più probabile una sfida tra Maurizio Stucchi e Carla Della Torre per la poltrona a sindaco

Sulbiate, Mauri si sfila dalla corsa a sindaco
10 Maggio 2017 ore 11:15
Mancano pochi giorni al termine ultimo, fissato dalla legge per sabato  alle ore 12, entro il quale andranno depositate le liste elettorali che si presenteranno alle elezioni comunali di domenica 11 giugno.

Al momento Della Torre unica certezza

L’unica certezza, ad oggi, è la candidatura di Carla Della Torre per la civica «Per Sulbiate». Con Della Torre, in lista, ci saranno sicuramente Gino Cereda, Valery Bertolini, l’ex consigliere comunale Matteo Leoni e Antonio Montenegro.

“Sulbiate Insieme”

Sul fronte di «Sulbiate Insieme», invece, la candidatura di Maurizio Stucchi rimane ben salda, anche se negli ultimi giorni, da diversi ambienti,  si era sparsa la voce della candidatura a sindaco, sempre tra le fila della civica che ha governato il paese negli ultimi cinque anni,  di Riccardo Mauri, esponente di spicco del volontariato oratoriano e vicepresidente del Gso Sulbiate.

Mauri si defila…

“Preso atto di quanto scritto sul vostro giornale di martedì,  e non posso che essere lusingato di ciò ma, ritengo però che, sostenere anche solo la candidatura a sindaco, non sia cosi semplice e da prendere a cuor leggero come organizzare tornei o eventi ludico sportivi – ha scritto Mauri in una lettera inviata alla redazione per smentire la sua candidatura a sindaco – Perchè è proprio per questi motivi che i miei concittadini hanno avuto di conoscermi. Non posso negare che sto lavorando con la lista Sulbiate Insieme per riuscire a presentare una lista “degna” per questo paese, per poter poi lavorare con entusiasmo in una squadra coesa con un programma concreto. Queste due caratteristiche rimangono per me delle priorità molto alte. Poi se tutto andrà come spero saranno, per me e  per gli altri “nuovi” in lista, cinque anni importanti di formazione in questo campo pieno di novità ed insidie burocratiche. Per essere competitivi ci vuole esperienza e non una “faccia nuova”. Son convinto che senza esperienza non avrei la coscienza a posto con i miei eventuali elettori. poi fra 5 anni chi vivrà vedrà”.

Invece Cavenago e Mattavelli…

Sembrano davvero ridotte al lumicino, invece, le probabilità di rivedere in lizza la civica «Facciamoci in quattro per Sulbiate» del duo formato da Daniela Mattavelli e Giampiero Cavenago.

Cavenaghi si ritira dalla corsa, mentre la Lega…

Abdica, invece, anche Andrea Cavenaghi, esponente del «Popolo della Famiglia» che ha deciso di candidarsi a Monza alla carica di consigliere comunale per il suo partito. Infine, rimane il rebus riguardante la Lega Nord che potrebbe decidere non solo di non appoggiare Stucchi (al contrario, invece, degli altri partiti di centrodestra) ma di non fornire nemmeno indicazioni di voto ai suoi militanti.
Rodrigo Ferrario

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia