Menu
Cerca
Lombardia e lavoro

Via libera dalla Regione al marchio “Qualità artigiana”

Ok dalla commissione Bilancio, martedì prossimo sarà all'attenzione del Consiglio regionale.

Via libera dalla Regione al marchio “Qualità artigiana”
Politica Caratese, 16 Aprile 2021 ore 06:54

Via libera dalla Regione al marchio “Qualità artigiana” . Ok dalla commissione Bilancio, martedì prossimo sarà all’attenzione del Consiglio regionale.

Via libera dalla Regione al marchio “Qualità artigiana”

E’ stato approvato ieri in Commissione Bilancio al Pirellone il progetto di legge che istituisce il riconoscimento “Qualità Artigiana” di Regione Lombardia, primo firmatario il consigliere regionale della Lega, Alessandro Corbetta.

“La Rosa Camuna, simbolo della Lombardia, sarà il segno distintivo della qualità dei prodotti artigiani, a vantaggio dei consumatori e del comparto manifatturiero. Il nostro artigianato può vantare un patrimonio di grande tradizione e di prodotti conosciuti in tutto il mondo”.

“Per questo – continua Corbetta – abbiamo pensato di realizzare un marchio specifico che ha l’obiettivo di tutelare e valorizzare il lavoro delle imprese artigiane lombarde, aumentando la loro visibilità”.

A disposizione due milioni di euro

“Oggi la Commissione Bilancio – prosegue il consigliere regionale – ha quantificato in 2 milioni di euro le risorse da mettere a disposizione, prevedendo in circa 5000 imprese i potenziali beneficiari del provvedimento”.

“La legge stabilisce inoltre che il riconoscimento di ‘Qualità Artigiana’ avrà una durata di 6 anni, rinnovabile solo a chi saprà mantenere gli standard richiesti”.

“Gli interventi regionali – conclude Corbetta – saranno finalizzati ad incentivare la continuità generazionale, l’inserimento lavorativo dei giovani, la promozione dell’identità artigiana anche per mezzo dell’associazionismo locale e territoriale. Sono previsti infine anche azioni di sostegno alla competitività e al posizionamento sul mercato delle imprese, ad esempio attraverso la possibilità di vendita online”.

Martedì all’attenzione dell’Aula

Martedì prossimo 20 aprile, alle 10, si riunisce  il Consiglio provinciale e i lavori inizieranno proprio con l’esame del progetto di legge che introduce un riconoscimento alle imprese dell’artigianato lombardo artistico, manifatturiero e alimentare. Il provvedimento, di cui è relatore il presidente della Commissione Attività produttive Gianmarco Senna (Lega), prevede l’attribuzione del marchio di Regione Lombardia con la scritta “Qualità Artigiana”, affiancata dalla Rosa Camuna, alle imprese lombarde che operano nel rispetto della tradizione garantendo la qualità dei prodotti.

Il riconoscimento potrà essere attribuito sia al singolo prodotto artigiano sia all’impresa, e avrà ha una durata temporale di sei anni con possibilità di rinnovo. I criteri per l’individuazione della “Qualità Artigiana” verranno stabiliti in collaborazione con le Camere di Commercio e con le realtà associative di categoria. Le imprese che avranno ottenuto il riconoscimento saranno destinatarie di interventi regionali, in particolare a favore della trasmissione dell’attività fra generazioni e dell’inserimento lavorativo dei giovani.

(Nella foto, da sinistra, Alessandro Corbetta con il presidente della Commissione Attività produttive Gianmarco Senna)

Necrologie