Idee & Consigli
DA CERNUSCO A DUBAI

Azienda di Cernusco protagonista a Expo 2020 di Dubai

Si chiama Oncode ed è la realtà guidata da due Ingegneri, Alessandro Rossignoli e Nicolò Paganin: ha contribuito allo sviluppo del sistema di movimentazione della copertura del padiglione degli Emirati Arabi Uniti, realizzato dall’archistar Santiago Calatrava

Azienda di Cernusco protagonista a Expo 2020 di Dubai
Idee & Consigli 14 Marzo 2022 ore 07:00

Può un’azienda di Cernusco essere protagonista a Expo 2020 di Dubai? Certo che sì, e si tratta di Oncode, realtà impegnata nella realizzazione di software per l’automazione industriale e per le imprese di servizi. La celebre esposizione universale si è aperta lo scorso ottobre e si concluderà il prossimo 31 marzo. Qual è stato il ruolo di Oncode, attività nata nel 2017 come startup? Ha supportato Duplomatic Motion Solutions, contractor responsabile della progettazione e realizzazione chiavi-in-mano della macchina per la movimentazione del tetto del padiglione degli Emirati Arabi Uniti, nello sviluppo del sistema di automazione che ha reso possibile la scenografica e maestosa idea di Santiago Calatrava. L’architetto di fama internazionale ha infatti progettato un’imponente struttura «a forma di falco», animale simbolo degli UAE, con 28 ali posizionate sul tetto in grado di aprirsi e chiudersi in modo totalmente sincrono nel giro di soli 3 minuti.

Azienda di Cernusco protagonista a Expo 2020

Oncode si è dunque occupata dell’automazione e della supervisione da remoto, collaborando alla progettazione e realizzazione del software che permette al padiglione di aprirsi e partecipando alla messa in servizio dell’impianto. Un lavoro iniziato a marzo 2019 e che terminerà fra pochi giorni con la chiusura di Expo 2020. Ma soprattutto che ha richiesto l’utilizzo di tutte le competenze dell’azienda. “Abbiamo partecipato ad un progetto importante, in grado di darci parecchia visibilità”, ha spiegato Nicolò Paganin. “Sicuramente si tratta dell’apice toccato finora, ma stiamo già lavorando a progetti che ci permetteranno di superarci in futuro” ha aggiunto Alessandro Rossignoli. Come accennato in apertura, la crescita prosegue: dal 2017 il team guidato dai due soci fondatori ha continuato ad ingrossare le sue fila. E di pari passo ha iniziato a lavorare su progetti via via sempre più importanti e complessi, culminati appunto con Expo 2020.

A caccia di nuovi talenti

Continuano Alessandro e Nicolò, rispettivamente classe 1989 e 1986, Ingegneri con una forte esperienza maturata in progetti complessi. “Stiamo cercando nuovi talenti da aggiungere al nostro team tecnico che già conta 16 persone, perché la nostra espansione continua. Siamo partiti come una startup ma già nel 2018 abbiamo raddoppiato il risultato dell’anno precedente e lo stesso è avvenuto nel 2019. Il 2020 è stato un anno di stallo anche per noi, mentre nel 2021 siamo tornati a crescere. Ora che siamo una realtà più strutturata, abbiamo aperto un’altra sede operativa a Ozzano dell’Emilia, in provincia di Bologna, utile per seguire più da vicino i clienti nell’ambito di automazione e software industriali. Ad aprile ci trasferiremo in un nuovo ufficio a Cernusco, in una sede maggiormente funzionale che ci permetterà crescere nei prossimi anni”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie