Idee & Consigli

Bollo auto: facile essere in regola con i pagamenti!

Bollo auto: facile essere in regola con i pagamenti!
Idee & Consigli 19 Ottobre 2022 ore 07:00

Anche l’automobilista più scrupoloso, colui che tiene nota di tutte le scadenze relative alla sua o alle sue auto, almeno una volta nella vita avrà avuto a che fare con un ritardo nel pagamento del bollo auto e si sarà ritrovato a dover pagare una maggiorazione conseguente all’applicazione degli interessi di mora.

Il bollo auto, dal 1982 definitivamente proclamato tassa di proprietà del veicolo e dal 1999 di competenza delle regioni, va corrisposto con cadenza annuale. In caso contrario, le sanzioni per il ritardo di pagamento variano dallo 0,1% fino al 30% al superamento dei 365 giorni dalla scadenza.

Ma non è finita qui: ogni sei mesi che si aggiungono all’annualità di ritardo comportano una maggiorazione ulteriore dello 0,5%, fino al possibile sequestro del mezzo e la radiazione dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) regionale se l’inadempimento si protrae per più di tre anni.

Non dovremmo mai ritrovarci nella condizione di spendere più denaro del dovuto, ma si sa, considerati i numerosi adempimenti e la concomitanza di molti tributi, dimenticarsene uno, in questo caso la tassa automobilistica, a volte è più semplice di quanto si immagini.

Evitare questa spiacevolissima situazione è possibile: essere in regola con i pagamenti del bollo auto impiegando davvero il minimo sforzo, infatti, oggi è davvero semplice. La risposta sta nella tecnologia integrata dei diversi portali e app al servizio di tutti i proprietari di auto.

Agevolazioni sul bollo auto per la smart mobility

La tassa automobilistica regionale è un tributo a carico dei proprietari e dovuto per tutti mezzi di proprietà, anche su quelli che risultano inutilizzati e che si trovano magari fermi da tempo immemore. Ebbene sì, la tassa, affinché tutto risulti in regola, dovrà essere pagata regolarmente in ogni caso, anche nel caso di inutilizzo del mezzo.

Il costo del bollo auto varia da regione e regione, e gli importi, anche nel caso di veicoli con le stesse caratteristiche e gli stessi kW, possono variare notevolmente. Se prima la base di partenza per il calcolo dell’importo era costituita dai cavalli fiscali, oggi, invece, è la reale potenza del motore a stabilire la somma da pagare che, come abbiamo accennato, varia in base alla regolamentazione regionale.

Per i veicoli definiti storici, che di norma vengono utilizzati sporadicamente e hanno in genere un chilometraggio annuale ridotto e, conseguentemente, un basso impatto sull’ambiente, sono previste delle agevolazioni. Beneficiano di riduzioni anche le auto a zero o basse emissioni, come le ibride o le elettriche, che contribuiscono alla sostenibilità di un pianeta sempre più a rischio.

La smart mobility, ovvero la mobilità intelligente, caratterizzata molto spesso da veicoli green, è perciò premiata e gli importi relativi al bollo auto, per i primi cinque anni dall’acquisto di veicoli a impatto zero, si azzerano proprio come le emissioni, per poi godere di una riduzione del 75% dal sesto anno in poi.

Regioni come la Lombardia e il Piemonte, molto sensibili al tema sostenibilità vista la mole di autoveicoli che popolano i loro territori, vantano un’esenzione totale dal bollo auto per tutti i veicoli a zero emissioni.

Va comunque detto, a favore di un Paese sempre più sensibile al tema della sostenibilità, che tutte le regioni, o quasi, hanno adottato l’agevolazione dei primi cinque anni di vita dell’autoveicolo.

Grazie a questa iniziativa, anche gli automobilisti più scettici rispetto alla smart mobility non avranno più dubbi in merito: zero emissioni e zero costi per il bollo auto (almeno per i primi cinque anni!).

Bollo auto: quando il pagamento diventa smart

Se ancora la smart mobility non raccoglie pareri unanimi, c’è invece un tema sul quale siamo tutti d’accordo: quello dei sistemi di pagamento intelligente, smart appunto.

Oggi, siti e app che permettono di calcolare e pagare il bollo auto permettono altresì di ricordarci la scadenza di pagamento, così da ridurre al minimo l’errore umano (per non dire eliminare) e permetterci di vivere liberi da ansie per il mancato saldo.

I servizi migliori sono anche quelli che si avvalgono di intuitive app, che ci permettono di sfruttare al meglio la tecnologia con il solo impiego dello smartphone, ormai diventato indispensabile nella nostra frenetica quotidianità.

Le app, progettate per garantire un’esperienza d’uso e una fruibilità dei servizi con livelli di facilità e immediatezza impareggiabili, sono adatte sia all’utente più tecnologico sia a quello alle prime armi.

È proprio quest’ultimo tipo di utente che trae più vantaggio dall’uso delle app per la riscossione del bollo auto: la tecnologia integrata è altamente intuitiva e facile da usare, permette di effettuare il pagamento del tributo in pochissimo tempo e ovunque ci troviamo, senza restare intrappolati ad attendere il nostro turno in fila davanti agli sportelli preposti alla riscossione.

Promemoria, calcolo e pagamento del bollo auto in una sola app

Nel tempo sono state lanciate numerose applicazioni per la gestione di tutto ciò che riguarda la gestione dei veicoli e la mobilità. Tra queste, sicuramente, spicca l’App di Telepass, unica nel suo genere grazie ai numerosi servizi che mette a disposizione, tra cui anche il pagamento del bollo auto. Impostarla è semplicissimo: saranno sufficienti le targhe e i dati di tutti gli autoveicoli di nostra proprietà. I vantaggi, però, non si fermano qui: grazie al servizio Memo, è possibile ricevere gli avvisi di scadenza del bollo auto e moto, oltre a quello della revisione ordinaria e della polizza assicurativa. Una sola app che diventa a tutti gli effetti un’assistente virtuale per la gestione della nostra mobilità.

Quando riceviamo l’alert di scadenza del bollo auto, l’app lo calcola comodamente per noi. A questo punto è possibile effettuare il saldo in pochissimi tap: il sistema di pagamento integrato ci permetterà di effettuare la transazione in pochissimi minuti e di salvare poi la quietanza direttamente in app, che fungerà anche da archivio per tutte le operazioni  effettuate online.

In conclusione: niente più interessi di mora, niente più file agli sportelli e niente più carta, tutto semplicemente smart e a portata di click!

Seguici sui nostri canali
Necrologie