È temporaneo", parla Jim Cramer azioni Netflix

È temporaneo", parla Jim Cramer azioni Netflix
Idee & Consigli Monza, 18 Giugno 2021 ore 07:24

Jim Cramer della CNBC è intervenuto in difesa di Netflix mercoledì dopo che le azioni del gigante dello streaming sono risultate in calo nel rapporto del primo trimestre 2021. Il titolo è sceso del 7% da quando il rapporto è uscito dopo la chiusura di martedì, nonostante la società abbia riportato le sue stime di crescita. Gli investitori sono rimasti delusi dalla crescita di abbonati più debole del previsto e da un futuro incerto a breve termine, ha osservato Cramer.

"Dopo l'incredibile performance che le azioni Netflix ci hanno offerto nel corso degli anni, dovete ricordare come dubitare di questa azienda sia stato un errore in ogni fase del percorso", ha detto Cramer in "Mad Money.

La solida storia di Netflix

Netflix è nato nel 1997 come servizio di DVD in abbonamento tramite posta negli Stati Uniti. Questo servizio innovativo alla fine ha portato il gigante del noleggio di film Blockbuster a chiudere.

Nel 2007, Netflix ha iniziato a offrire un servizio di video in streaming con film e serie TV con licenza. Successivamente è entrata nel settore della produzione di contenuti e ha pubblicato la sua prima serie originale, "House of Cards", nel febbraio 2013.

In un articolo del gennaio 2013 sulla rivista GQ, Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix, ha illustrato la strategia di contenuto originale dell'azienda: "L'obiettivo è diventare HBO più velocemente di quanto HBO possa diventare,noi”.

Netflix offre ancora il suo vecchio servizio domestico di DVD-by-mail, ma non lo promuove più. L'azienda ha infatti sempre creduto che il suo futuro fosse nella fornitura digitale di intrattenimento video. Netflix offre il suo servizio di video on demand senza pubblicità in abbonamento in oltre 190 paesi.

Negli ultimi anni, Netflix si è concentrata sulla crescita della sua base di abbonati globale. Vuole costruire una base utenti di dimensioni il più possibile competitive. Ha investito molto nella produzione di contenuti originali in lingua locale in tutto il mondo. La performance del titolo Netflix è legata in particolar modo alla sua crescita di abbonati.

Netflix ha chiuso il primo trimestre con 207,64 milioni di abbonati in tutto il mondo. Gli Stati Uniti e il Canada rappresentavano il 35,8% della sua base di abbonati totale. Ecco invece alcuni numeri di Netflix aggiornati al 2020:

  • 204 milioni di abbonati streaming Netflix a partire dal quarto trimestre 2020 (Netflix);
  • Utenti Netflix per regione nel quarto trimestre del 2020: 74 milioni in Stati Uniti e Canada; 67 milioni in Europa; 38 milioni in America Latina; 25 milioni in Asia (Netflix);
  • Netflix rappresenta il 34% dello streaming negli Stati Uniti / l’8,5% della visualizzazione complessiva di audiovisivi (Nielsen)
  • La libreria Netflix USA contiene 3.600 film e 1.800 programmi a partire da febbraio 2021 (JustWatch);
  • Le entrate totali di Netflix 2020 sono state di $ 25 miliardi, rispetto ai $ 20 miliardi del 2019 (Netflix)

Le azioni Netflix saliranno di nuovo?

Quest'anno, Netflix ha collezionato nomination e vittorie per premi cinematografici e televisivi per i suoi programmi originali. Netflix ha vinto il maggior numero di premi di qualsiasi studio al 93 ° Academy Awards il 25 aprile. Ha vinto sette Oscar e si è presentato alla cerimonia con 36 nomination, molto più di qualsiasi altro studio.

Netflix ha anche ottenuto il maggior numero di premi di qualsiasi studio o rete alla 26esima edizione dei Critics Choice Awards il 7 marzo. Ha vinto 14 premi per produzioni come The Crown, The Queen's Gambit e Ma Rainey's Black Bottom. Netflix ha anche ricevuto il maggior numero di premi di qualsiasi azienda al 78 ° Golden Globe Awards il 28 febbraio. Ha portato a casa 10 premi per spettacoli e film tra cui "The Crown", "The Trial of the Chicago 7" e "The Queen's Gambit".

Inoltre, ai Producers Guild Awards di quest'anno, il 24 marzo, l’azienda ha vinto premi per il dramma televisivo a episodi ("The Crown"), la serie limitata ("The Queen's Gambit") e il film documentario ("My Octopus Teacher").

Si tratta, in tutta evidenza, di risultati che testimoniano la costante crescita sia qualitativa che quantitativa della piattaforma che non vede per ora scalfita la sua supremazia nel settore dello streaming. Questi dati non possono che far dedurre che, dopo una momentanea flessione, le azioni Netflix riprenderanno a crescere, perché all’egemonia, al crescente successo e alla solidità dell’azienda non possono che seguire risultati coerenti con tali caratteristiche.

Necrologie