Idee & Consigli

Novità in GClub, al via il progetto europeo Active Ageing

La struttura di Vimercate è uno dei tre centri sportivi italiani ad avviare il protocollo di lavoro per stimolare attività fisica e un corretto di stile vita fra gli over 65

Novità in GClub, al via il progetto europeo Active Ageing
Idee & Consigli 20 Settembre 2021 ore 07:41

Sono arrivate grosse novità in GClub: proprio oggi, lunedì 20 settembre, ha preso il via l’iniziativa Active Ageing Communities. Si tratta di un nuovo e ambizioso progetto promosso dalla Commissione Europea, destinato alla comunità degli over 65 e studiato per il fitness e gli ambienti sportivi ricreativi. Sono 18 i centri fitness coinvolti in 6 diversi paesi europei: 3 di questi sono in Italia e fra loro c’è appunto GClub, mentre è ANIF (Associazione Nazionale Impianti Sport&Fitness) a coordinare il progetto sul territorio nazionale. L’obiettivo è stimolare la pratica dell’attività fisica regolare e un corretto stile di vita nelle persone over 65.

Al via il progetto Active Ageing

GClub ha selezionato un gruppo di 12 persone (fra di loro anche ultraottantenni) a cui sottoporre un protocollo di lavoro ben preciso. Sono previsti due allenamenti a settimana, il lunedì e il giovedì, entrambi nel primo pomeriggio, che si concluderanno il 3 marzo 2022, per un totale di 24 settimane. Il centro sportivo è chiamato a seguire le linee guida del progetto, affinché si possa monitorare lo stato di salute e capire in che modo l’allenamento può dare vantaggi. Il gruppo dovrà dunque attenersi a sessioni codificate e sarà costantemente verificato con valutazioni specifiche. Il medesimo protocollo e lo stesso lavoro saranno applicati dai colleghi europei per creare una mappa di trend e risultati. Questa permetterà al settore sportivo di dimostrare come la popolazione over 65 può trarre degli inequivocabili benefici da un allenamento costante e coordinato da un trainer.

Favorire l’invecchiamento attivo

Si tratta di un progetto strategico, a cui GClub ha aderito con orgoglio. Torniamo alle origini di Active Ageing: il progetto è stato ideato per favorire l’invecchiamento attivo. Con questa espressione si intende l’aiutare le persone più anziane a mantenere il controllo della propria vita il più a lungo possibile mentre invecchiano e, ove possibile, a contribuire all'economia e alla società. Tutto ciò ha un ruolo chiave sia dal punto di vista fisico che da quello fiscale, poiché rallentando l’invecchiamento della popolazione si ridurrebbe il costo della spesa sanitaria dei singoli stati. 

Diamo i numeri

I dati infatti parlano chiaro: la percentuale di persone anziane nelle nostre società sta aumentando rapidamente a causa dei bassi tassi di natalità, dell'invecchiamento dei “baby-boomers” (nati tra il 1946 e il 1964) e dell'aumento dell'aspettativa di vita. Si stima che entro il 2070 l'età media raggiungerà la soglia dei 49 anni, cinque in più rispetto ai livelli attuali. Nello stesso periodo la popolazione anziana (65 anni e più) rappresenterà il 30% del totale e quella in età da lavoro (20-64 anni) dovrebbe scendere dall'attuale 59% al 51% della popolazione complessiva. 

Informazioni e contatti

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.gclub.it, la pagina Facebook «GClub Torribianche» o l’account Instagram «gclub_torribianche». Oppure chiamare lo 039.668461, scrivere all’indirizzo gclub@clubtorribianche.it o recarsi a Vimercate, in via Torri Bianche 22.

 

Informazione Pubblicitaria

Necrologie