Idee & Consigli

Pratici consigli per l’acquisto del casco moto: come selezionare quello giusto

Pratici consigli per l’acquisto del casco moto: come selezionare quello giusto
Idee & Consigli 29 Marzo 2021 ore 07:00

Nel mondo delle due ruote quando si tratta di abbigliamento le alternative sono così tante da generare più di qualche dubbio. “L’imbarazzo della scelta” non riguarda esclusivamente abbigliamento da motociclismo estivo o invernale, tute da moto e guanti, ma anche, e per certi versi soprattutto, il casco: cruciale sotto il profilo della sicurezza, considerato comunque prezioso per il comfort e lo stile. Qual è quello ideale? Dipende tutto da contesto e necessità d’utilizzo, da porre in relazione alle diverse tipologie. Ecco come orientarsi. 

Come accennato, il criterio d’orientamento principale è l’uso prevalente della moto. Se questo riguarda l’ambito cittadino, i caschi jet e quelli demi-jet sono i più indicati, particolarmente apprezzati nella bella stagione. Si prestano anche a qualche bel viaggio fuori città, soprattutto se il modello prevede il visierino parasole e dispone della predisposizione all’interfono, per molti indispensabile per viaggiare in compagnia. 

Quanti invece desiderano una protezione molto elevata abbinata a performance in ambito racing di alto profilo, dovrebbero valutare l’acquisto di un casco integrale. Le sue caratteristiche ne fanno un confortevole compagno in lunghi viaggi, specialmente se il modello ricorre a materiali leggeri.  

Molti motociclisti però preferiscono soluzioni particolarmente versatili, prevedendo brevi tratti urbani ma anche un impiego turistico. In questi casi il casco modulare è quello giusto. Selezionando caschi modulari con doppia omologazione P/J, il motociclista può tranquillamente sfruttare la modalità aperta, in cui assomigliano a caschi jet, e la mentoniera abbassata, che trasforma il casco quasi in un modello integrale.   

Nella selezione ci sono anche altri aspetti tecnici da non sottovalutare. L’areazione fa parte di quelli che possono fare la differenza, incidendo sul comfort. Diventa più rilevante nei modelli integrali e, in generale, riduce la sudorazione. È importante quindi osservare la collocazione di prese d’aria ed estrattori. Restando in tema di comfort, come non trattare gli interni. 

In merito a quest’ultimi andrebbe considerata morbidezza, traspirabilità e la possibilità di essere rimossi. Solo così il casco sarà avvolgente, comodo e facile da pulire. Le attività di igienizzazione diventano più complesse invece se gli interni restano ancorati al casco. C’è inevitabilmente poi il fattore budget. La ricerca del risparmio non dovrebbe mai condurre verso prodotti di scarsa qualità. Non va mai dimenticato che stiamo parlando di un dispositivo di sicurezza, meglio evitare rischi eccessivi. 

Per risparmiare senza compromettere la qualità conviene rivolgersi ad e-commerce specializzati. Sul web la competitività delle vetrine è molto alta, ciò consente al cliente di approfittare dei prezzi più bassi in pressoché qualunque segmento di mercato (dai caschi di fascia alta a quelli più economici). 

Necrologie