Menu
Cerca

Preventivo prestito: come, perché e dove richiederlo

Preventivo prestito: come, perché e dove richiederlo
Idee & Consigli 19 Febbraio 2021 ore 07:00

Le condizioni applicate ai prestiti sono spesso poco comprensibili per chi non si intende di finanza, tassi di interesse e argomenti correlati. Il modo migliore per valutare le condizioni di un finanziamento è quello di richiedere un preventivo, che comprenda non solo il tasso di interesse offerto, ma un vero e proprio calcolo della rata da saldare mensilmente. Oggi questo tipo di calcolo è reso molto più facile, grazie ai siti internet delle banche e dei vari istituti di credito. 

Dove trovare i preventivi sui prestiti

Sono vari i siti che offrono questo tipo di servizio. A volte si tratta di semplici schemi riassuntivi, che considerano i tassi di interesse di una o più banche, la durata del periodo di ammortamento e la cifra richiesta. In altri casi, come ad esempio https://www.bper.it/privati/prestiti/prestiti-personali-bper, è disponibile un vero e proprio strumento, che consente non solo di ottenere un preventivo del prestito, ma un vero e proprio calcolo della rata da pagare. Per utilizzare tali strumenti non serve essere degli esperti di finanza, né tanto meno di internet. È sufficiente infatti indicare l’importo del prestito da richiedere e la durata in anni del periodo di ammortamento. Si ottiene una stima veritiera, che tiene conto non solo dei tassi di interesse ma anche delle spese fisse da sostenere.

È la stessa offerta che riceverò in banca?

In effetti calcolare il preventivo di un prestito sul sito internet della banca che lo offre consente di ottenere un’offerta molto simile a quella che si potrà ricevere presso gli sportelli dello stesso istituto di credito. È però importante ricordare che alcune condizioni possono variare, in base all’età del richiedente del prestito, o ad esempio anche per i correntisti della specifica banca. Se il preventivo ci sembra in linea rispetto a quanto desiderato, allora è consigliabile comunque contattare la banca, per ottenere indicazioni più complete e un calcolo preciso, sino al centesimo, di quanto effettivamente dovremo pagare per il finanziamento. Per altro è bene ricordare che numerose banche propongono varie forme di prestito personale, con opzioni, tassi e servizi diversi tra loro. I motori di ricerca solitamente tendono a presentare l’offerta migliore dal punto di vista economico, che potrebbe non corrispondere in toto ai desideri del singolo cliente.

Il tasso di interesse

Si tratta degli interessi che la banca ci richiede sul capitale che ci ha prestato. Solitamente sui prestiti che hanno una durata del periodo di ammortamento inferiore ai 10 anni, il tasso di interesse proposto è fisso. In pratica si ha lo stesso tasso per l’intera durata del prestito. L’entità, il peso, di questo tasso può però variare in modo importante, a seconda della banca in cui ci si reca, ma non solo. Solitamente più il prestito è cospicuo e più è prolungato il periodo di ammortamento e minori sono i tassi. A parità di tali parametri però può capitare che l’età del soggetto che richiede il finanziamento e le sue credenziali creditizie modifichino in modo importante l’offerta della singola banca. Con un preventivo alla mano, compilato da un impiegato di una banca, si ha la certezza che quelle saranno le condizioni effettive del prestito ottenibile, senza ulteriori spese.

Non solo interessi

Quando ci si trova a valutare le varie offerte, il preventivo delle spese da sostenere è di certo un elemento importante. Conviene però ricordare che a volte sono i servizi aggiuntivi a rendere particolarmente interessante un finanziamento. Si pensi ad esempio alla possibilità di ridurre o aumentare la rata mensile con il passare dei mesi, o anche all’eventualità di poter saltare una rata. In specifiche situazioni sono opportunità che possono agevolare molto.

Necrologie