Sicurezza e scuola

Attività didattica in presenza: in Brianza scuole e trasporti sono pronti

Nella giornata di ieri, martedì 19 gennaio, si è tenuto un nuovo incontro. Ecco i punti chiave.

Attività didattica in presenza: in Brianza scuole e trasporti sono pronti
Scuola Brianza, 20 Gennaio 2021 ore 12:13

Proseguono i lavori del Tavolo per la ripresa dell’attività didattica in presenza nelle scuole della Provincia di Monza e della Brianza.
Nella giornata di ieri, martedì 19 gennaio, si è tenuto un nuovo incontro (il secondo nel 2021, il sesto dallo scorso mese di dicembre), alla presenza di tutte le componenti previste dall’art. 1, comma 10, lett. s) del d.P.C.M. 14 gennaio 2021. Nel corso della riunione è stato portato avanti il monitoraggio sull’attuazione degli interventi concordati con scuole, operatori dei trasporti e Comuni negli ambiti, rispettivamente, degli orari scolastici, della riprogrammazione del servizio di trasporto e della prevenzione degli assembramenti nei pressi delle fermate.

Attività didattica in presenza: in Brianza scuole e trasporti sono pronti

Con riferimento all’ingresso e all’uscita degli studenti, prima di Natale gli Istituti scolastici della Provincia avevano già riorganizzato i propri orari secondo quanto previsto dal Documento operativo per la ripresa delle attività didattiche in presenza per il 75% degli studenti.
Il lavoro delle scuole è stato poi aggiornato all’inizio del nuovo anno, alla luce della riduzione della soglia della didattica in presenza al 50% della popolazione studentesca. Nel corso della riunione di ieri del Tavolo operativo, è stato concordato sulla possibilità di
mantenere fermi, una volta che la Lombardia non sarà più area rossa, i nuovi orari adottati dalle scuole e comunicati alle famiglie.
Il d.P.C.M. 14 gennaio 2021, infatti, fissa nel 50% e nel 75% i limiti minimo e massimo della popolazione studentesca che può beneficiare della didattica in presenza. Al riguardo, il Prefetto ha segnalato che l’eventuale decisione, da parte di un Istituto, di superare la soglia minima del 50% dovrà essere comunicata con un congruo preavviso alle famiglie e all’Agenzia del TPL, così da consentire di introdurre eventuali correttivi alla programmazione del servizio di trasporto.

Trasporto pubblico locale

Proprio con riferimento ai trasporti, l’Agenzia del TPL ha comunicato alla Prefettura i dati riassuntivi del potenziamento dei servizi nella Provincia di Monza e della Brianza, calibrati e verificati sulla base dell’attuale programmazione degli orari comunicati dagli Istituti scolastici, che prevedono la presenza in aula del 50% della popolazione studentesca:
– potenziamento flotta autobus (n. aggiuntivi mezzi in servizio giorno feriale): 31
– corse aggiuntive per servizi scolastici (n. corse aggiuntive giorno feriale): 186
– km aggiuntivi di servizio giorno feriale: 2.482

L’Agenzia del TPL ha inoltre fornito un elenco di dettaglio delle linee che sono state oggetto degli interventi di potenziamento:

2 foto Sfoglia la gallery

 

Nel prendere atto degli interventi realizzati, il Prefetto Palmisani ha rilevato che il lavoro non può considerarsi concluso: al momento della ripresa della didattica in presenza, dovrà essere monitorato l’andamento del servizio al fine di rilevare eventuali situazioni di avvicinamento alla soglia di massima capacità dei mezzi, a cui dovrà seguire il necessario ulteriore rinforzo delle linee interessate.

Al fine di agevolare l’informazione preventiva dell’utenza, l’Agenzia del TPL ha raccolto l’invito del Prefetto a trasmettere la nuova programmazione del servizio alle scuole, che hanno proceduto a pubblicare sul proprio sito le informazioni relative ai nuovi orari delle linee utilizzate dell’utenza scolastica.

Al riguardo, le scuole raccoglieranno le segnalazioni relative ad eventuali lacune della programmazione, che dovranno essere trasmesse all’Agenzia del TPL per consentire la correzione delle criticità e l’adeguamento degli orari alle esigenze di genitori e studenti.

Trasporto ferroviario

Nel corso dell’incontro è stata verificata anche la situazione del trasporto ferroviario. Nelle scorse settimane le informazioni relative alla nuova modulazione degli orari scolastici sono state condivise anche con Trenord, che ha comunicato che i servizi predisposti lungo le direttrici ferroviarie che interessano la Provincia di Monza e della Brianza non fanno rilevare criticità né sul piano della programmazione, né con riferimento ai limiti di capienza e al rispetto dei protocolli di sicurezza a bordo dei mezzi.

Collaborazione con le Amministrazioni comunali

Il Prefetto ha infine voluto fare un punto di situazione con i Sindaci dei Comuni che registrano la presenza di un Istituto scolastico sul proprio territorio, al fine di verificare la pianificazione dei servizi di presidio delle fermate, in particolare al momento dell’uscita dalle scuole.
Al fine di prevenire possibili assembramenti e agevolare il rispetto delle misure di contenimento da parte degli utenti, le Amministrazioni comunali hanno pianificato il coinvolgimento delle Polizie locali e di alcune realtà del volontariato civico. Per le situazioni più complesse, è stata registrata la disponibilità del Comando della Polizia provinciale ad affiancare gli agenti delle municipali.
Le informazioni sono state condivise anche con la Questura e il Comando provinciale dei Carabinieri, che potranno intervenire in caso di necessità.

TORNA ALLA HOME 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli