Scuola
Scuola

Il Comprensivo Cervi ha una nuova dirigente (stabile)

Dopo anni di reggenze, a Limbiate è arrivata Maria Giuseppa Bizzarro, preside titolare

Il Comprensivo Cervi ha una nuova dirigente (stabile)
Scuola Desiano, 13 Settembre 2021 ore 16:38

Il Comprensivo Cervi ha una nuova dirigente (stabile). Dopo anni di reggenze, a Limbiate è arrivata Maria Giuseppa Bizzarro, preside titolare

Il Comprensivo Cervi ha una nuova dirigente (stabile)

Maria Giuseppa Bizzarro è la nuova preside titolare del Comprensivo Fratelli Cervi. Prende il posto di Alberto Maria Sedini. Proveniente da Marcianise, in provincia di Caserta, la professoressa campana è al primo incarico come dirigente scolastica, dopo aver vinto il concorso nazionale del 2017

Arriva da Marcianise ma si è subito ambientata

"Come sede ho scelto la Lombardia e nello specifico Limbiate per la vicinanza a Milano - ha spiegato la nuova dirigente - Arrivando qui al Cervi mi sono sentita fortunata perché ho trovato una grande famiglia. Mi sono trasferita da sola qui al Nord e subito i miei colleghi e il mio staff mi hanno fatto sentire accolta e supportata. Ho avuto modo di incontrare il sindaco e l’assessore all’Istruzione con cui ci siamo confrontati sul reciproco impegno a favore della cittadinanza e sulla missione educativa dell’istituto".

"Convogliare le energie verso una progettualità continuativa"

Prima di diventare dirigente scolastica, Bizzarro è stata professoressa di Lingua francese all’Istituto Cavour di Marcianise: "Il Comprensivo Cervi con i suoi otto plessi è una realtà numericamente importante. Dopo tanti anni di reggenze durante i quali i miei predecessori hanno impostato un buon lavoro è necessario convogliare le tante energie qui presenti verso una progettualità più continuativa".

"Dobbiamo formare i ragazzi in una dimensione europea"

La preside ha le idee chiare: "Abbiamo qualche studente straniero, perciò lavoreremo sull’integrazione e, soprattutto, dobbiamo formare i ragazzi in una dimensione europea, quindi  parteciperemo ai bandi dell’Unione Europea. Non mi spaventa l’idea di guidare una realtà così grande al mio primo incarico, ho uno splendido staff con cui lavorare. Sono stata anche io insegnante  e conosco bene le esigenze dei docenti". La dirigente  ha sottolineato l’importanza di riportare i ragazzi alla serenità dopo la pandemia: "Tornati a scuola dopo i difficili mesi della didattica a distanza, i ragazzi hanno manifestato il bisogno di normalità. Auguro un anno sereno a tutti".

Necrologie