La scuola riparte

Plessi saturi, Ceriano Laghetto mette a disposizione spazi comunali

Mancano le aule, il municipio accoglie gli alunni per un rientro in classe in sicurezza.

Plessi saturi, Ceriano Laghetto mette a disposizione spazi comunali
Groane, 29 Agosto 2020 ore 11:18

Plessi saturi, Ceriano Laghetto mette a disposizione spazi comunali. Con una nota, l’Amministrazione comunale ha comunicato e dato disponibilità all’istituto Cesare  Battisti di utilizzare ben 5 ambienti comunali in cui distribuire parte della popolazione scolastica per garantire il rispetto delle attuali normative anti-Covid sul distanziamento sociale. Si tratta di una soluzione d’emergenza e provvisoria che, però, non sarà comunque sufficiente a risolvere il  problema degli spazi. Il motivo? Il fatto che l’attuale  popolazione scolastica conta 170 alunni provenienti da comuni limitrofi.

Plessi saturi, Ceriano Laghetto mette a disposizione spazi comunali

L’amministrazione comunale di Ceriano Laghetto ha messo a disposizione la Sala consigliare al piano terra del palazzo municipale, con relativi servizi, della sala polivalente al secondo piano del palazzo municipale con relativi servizi e della biblioteca con relativi servizi. Ad essi si aggiungono i centri civici delle frazioni Dal Pozzo e Brollo, con ampi saloni e relativi servizi. “si tratta di una soluzione parziale e insufficiente, in particolare per la scuola secondaria di primo grado, dove l’applicazione delle attuali norme di emergenza anti-Covid rende di fatto impossibile il contenimento di tutti i 276 iscritti”, fanno sapere dal Comune.

Le parole del sindaco Roberto Crippa

“Le condizioni di partenza di cui tener conto sono quelle di un plesso che è sostanzialmente saturo, con tutte le aule occupate e del fatto che ben 96 iscritti delle Medie, cioè più di 1 su 3, sono residenti in altri Comuni. La situazione attuale di emergenza rende impossibile distribuire gli alunni in altri spazi, che per giunta dovrebbero essere anche contigui. L’Amministrazione comunale si è messa a disposizione fin da subito e come sempre nei confronti dell’Istituto comprensivo Cesare Battisti proponendo tutto quello che è possibile per garantire l’avvio dell’anno scolastico nelle migliori condizioni di comfort e sicurezza, ma di certo non si può raddoppiare la superficie scolastica e quindi sarà inevitabile sopportare qualche sacrificio visto il momento storico mai vissuto nella nostra comunità.

TORNA ALLA HOME PAGE

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia