Scuola
Prima campanella

Primo giorno di scuola a Muggiò con gli auguri del sindaco

Per il suono della prima campanella il sindaco Maria Fiorito ha rivolto gli auguri agli studenti e a tutta la comunità scolastica

Primo giorno di scuola a Muggiò con gli auguri del sindaco
Scuola Monza, 13 Settembre 2021 ore 16:45

All'appuntamento con la prima campanella di scuola non è mancato nemmeno il sindaco Maria Fiorito, che come consuetudine all'apertura di ogni anno scolastico, anche oggi ha inviato una lettera di saluti e di auguri a tutta la comunità scolastica. Una vicinanza ancor più necessaria in questo primo giorno di scuola, dopo quasi due anni segnati dalla pandemia, che hanno messo a dura prova bambini e ragazzi.

Cari bambini, cari ragazzi...

«Care bambine e cari bambini delle Scuole dell'Infanzia, care ragazze e cari ragazzi delle scuole primarie e secondarie, care e cari giovani dell'Istituto superiore "Martin Luther King", ha inizio un nuovo anno scolastico ed ancora una volta il mio pensiero non può che essere per voi». Inizia così la lettera che il sindaco ha inviato alle scuole.

Ha voluto sottolineare quanto i ragazzi abbiano sopportato le limitazioni causate dalla pandemia e i tanti sacrifici rendendoli un esempio per gli adulti:

«Siete stati nei mesi passati un esempio per tutti noi, avete saputo accogliere col sorriso dei vostri occhi tutte le limitazione che, per il bene comune, la pandemia ci ha imposto. Una serenità, una tensione positiva ed un'attenzione agli altri che, ultimamente, il mondo degli adulti ha purtroppo dimenticato».

Il mondo salvato dalla scuola

Il sindaco ha voluto ricordare una frase del Talmud: «Il mondo può essere salvato solo dal soffio della scuola», un principio attuale e colmo di speranza. «Attraverso la scuola riusciremo a ricostruire le fratture relazionali che stiamo ancora vivendo e ad aprire le nostre menti confrontandoci continuamente con le differenze e trovando nel cooperare la capacità di superare ogni ostacolo».

Al personale scolastico

Il suo augurio di buon lavoro e la sua gratitudine anche ai dirigenti scolastici Michele Quagliarini, Alessandra Schiatti, Elena Daniela Motta, agli insegnanti e al personale ausiliario.

«A voi Dirigenti Scolastici e Insegnanti, che rivestite il ruolo tanto prezioso quanto impegnativo di offrire ai nostri ragazzi un sapere, un saper essere e un saper fare che valga per tutta la vita, rivolgo un augurio di buon lavoro con la gratitudine per quanto fate. Un ringraziamento esteso a tutto il personale ausiliario per l'indispensabile funzione di supporto alla vita scolastica».

Alle famiglie e ai ragazzi

Il primo cittadino ha rivolto il suo pensiero anche  alle famiglie che sono al fianco della scuola per educare i ragazzi «A voi famiglie auguro la forza e la felicità necessarie a svolgere il difficile compito di educare i figli insieme alla scuola».

In conclusione un augurio speciale  è andato agli studenti delle scuole cittadine su cui la comunità ripone grandi speranze per il futuro.

«E infine a voi, bambine e bambini, ragazze e ragazzi, mando il mio più affettuoso abbraccio, il nostro futuro è scritto nei vostri cuori, nei vostri occhi, nelle vostre mani, conto...contiamo su di voi. Buon anno scolastico».

Necrologie