Sport
Evento

Al PalaMeda torna la Champions League di basket in carrozzina

"Ospitare una manifestazione di questo calibro è solo motivo di orgoglio", il commento di Alfredo Marson, presidente della Briantea84.

Al PalaMeda torna la Champions League di basket in carrozzina
Sport Seregnese, 21 Ottobre 2021 ore 15:34

Sarà ancora il PalaMeda di via Udine a Meda una delle sedi dei gironi della Champions League Iwbf (International Wheelchair Basketball Federation). Dal 3 al 6 febbraio 2022 la UnipolSai Briantea84 Cantù ospiterà e giocherà in casa uno dei Preliminary Round della massima competizione europea di basket in carrozzina, come già accaduto nel 2019 e nel 2020, dopo che la federazione internazionale ha accettato la candidatura della società biancoblù.

Basket in carrozzina, la Champions League torna al PalaMeda

La Champions League ritorna, così, dopo un anno e mezzo di assenza a causa dell’emergenza Covid-19: nel 2020 si sono disputati sono i turni preliminari prima del blocco totale, nel 2021 è stata organizzata una singola manifestazione denominata come “Coppa dei Campioni”. In questi ultimi appuntamenti non sono stati assegnati dei punti classifica e per questa edizione la Iwbf ha preso in considerazione il ranking europeo del 2019 che vede i canturini al quarto posto.

Le 15 squadre divise in tre gironi

Le 15 squadre iscritte sono state divise in tre gironi: A, B e C. Nel primo (A), la UnipolSai Briantea84 Cantù troverà sul suo cammino Bg-Baskets Hamburg (Germania), Hornets Le Cannet (Francia), Tsk Rehab Merzeki Engelliler Spor Kulubu (Turchia) e Beit-Halochem Haifa (Israele). I quarti di finale della Champions League si disputeranno dal 10 al 13 marzo 2022 - già qualificate Rsb Thuringia Bulls e Cd Ilunion, contendenti del trofeo 2019 - mentre la Final Four è in programma dal 5 all’8 maggio.

"Un motivo di orgoglio"

“Ospitare un evento di questo calibro è solo motivo di orgoglio - ha commentato Alfredo Marson, presidente Briantea84 - Abbiamo già avviato la macchina organizzativa per permettere di vivere dei giorni di grande sport. Siamo anche molto contenti di poter portare il nome della città di Meda in giro per l’Europa, sicuri che questo evento potrà essere molto importante per tutto il territorio che sempre ci dimostra grande affetto”.

Necrologie