Associazioni sportive caratesi: al via il bando comunale per i contributi 2020

C’è tempo fino a venerdì 27 novembre per presentare le domande: contributi da 300 a 1.400 euro.

Associazioni sportive caratesi: al via il bando comunale per i contributi 2020
Caratese, 20 Novembre 2020 ore 09:58

Approvato dalla Giunta comunale il contributo annuale dedicato a Enti, società, atleti, associazioni sportive caratesi per l’anno 2020. Sono 16.500 euro i fondi stanziati dall’Amministrazione comunale per venire incontro alle esigenze delle associazioni che operano nel settore sportivo. Rispetto al 2019 è stato erogato un aumento di risorse di circa il 50%. A disposizione delle associazioni sportive caratesi contributi comunale che vanno da 300 a 1.400 euro.

Associazioni sportive caratesi: al via il bando comunale per i contributi 2020

Per partecipare al bando e ricevere il contributo le società sportive devono operare senza scopo di lucro da almeno un anno sul territorio comunale e avere sede a Carate Brianza. Per l’attribuzione del punteggio vengono presi in considerazione diversi criteri: la storicità del sodalizio che fa richiesta, le ore di utilizzo degli impianti sportivi caratesi, il numero degli atleti tesserati (con un bonus per quelli minori), chi ha conseguito meriti sportivi e chi si occupa di diversamente abili e agonisti. Le Associazioni sportive caratesi hanno tempo fino al prossimo 27 novembre per presentare le domande per l’anno 2020.

Un aiuto concreto

“Anche quest’anno riproponiamo un bando in cui crediamo fortemente in quanto riconosciamo nello sport gli importanti valori della socializzazione, del senso del dovere e dell’educazione al rispetto degli altri e delle regole oltre che della capacità di sacrificio – ha spiegato Eleonora Frigerio, Assessore allo Sport e alle Associazioni sportive – Per questo motivo, in un momento così difficile nel quale l’emergenza sanitaria ha limitato tutte le attività sportive e sociali, abbiamo voluto dare un aiuto concreto alle Società e alle Associazioni Caratesi, aiuto che passa attraverso due importanti novità. Per la prima volta nella storia di Carate i fondi dell’anno in corso saranno assegnati in modo tempestivo nell’anno. Inoltre, non solo abbiamo alzato di molto gli investimenti sul bando (da 10.500 euro a 16.500 euro) elevando anche i limiti massimi dei contributi, ma soprattutto abbiamo pensato di indirizzare il bando anche a quelle associazioni sportive che non usano impianti comunali. Normalmente tali associazioni non erano tra i soggetti destinatari in quanto, avendo meno spese fisse, riuscivano a trovare il loro equilibrio  grazie alla attività sportiva pura. Tuttavia quest’anno la pandemia ha avuto effetti devastanti su tutti e ci è sembrato giusto rispondere a questo bisogno. Vogliamo essere certi che, passata questa emergenza, le nostre associazioni siano tutte presenti e pronte a ricominciare, non vogliamo che nessuno si perda i rimanga indietro.”

“Vicini alle società che si mettono in gioco quotidianamente”

“Siamo fortemente convinti che lo sport, con i suoi benefici per la salute e i suoi valori educativi, rappresenterà un’attività fondamentale per ripartire al termine dell’emergenza sanitaria. A Carate è presente una realtà associazionistica anche sportiva di prim’ordine, una ricchezza immensa per il nostro paese. Le nostre associazioni hanno, negli anni, dato sempre molto a tutti noi; durante questo 2020, nel corso di tutta l’emergenza e anche ora, sono state capaci di grandi gesti di aiuto e altruismo. Dobbiamo ringraziare tutte le società sportive che si sono sempre rese disponibili e hanno risposto “presente” ogni volta che
abbiamo avuto bisogno di loro – ha spiegato il Sindaco, Luca Veggian – Per questa ragione vogliamo essere vicini a società, tecnici, atleti ed a tutti coloro che quotidianamente si mettono in gioco per permettere ai nostri giovani e a tutti noi di apprendere con costanza, determinazione e passione i valori sani del mondo sportivo, in attesa di ripartire con più vigore tutto insieme!”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia