Bici da corsa: consigli per l’acquisto

La scelta non è semplice, esistono sul mercato decine e decine di modelli diversi

Bici da corsa: consigli per l’acquisto
25 Febbraio 2019 ore 07:00

Finalmente hai deciso di acquistare la tua prima bici da corsa! Solo che lo shopping non è semplice come pensavi sarebbe stato: esistono sul mercato decine e decine di modelli diversi, ognuno con un sistema di cambio e frenata, copertoni e performance differenti. È assolutamente normale sentirsi sopraffatti! L’acquisto di una bici da corsa è un processo piuttosto laborioso, che richiede tempo e attenzione. Tuttavia, ti basterà concentrarsi su alcuni punti chiave per trovare il mezzo perfetto per te!

Prima di tutto esamina la tua figura come sportivo: quanto userai la tua bici? Che tipo di terreni pensi di affrontare? Andrai a macinare chilometri su chilometri oppure ti basterà percorrere circuiti medio-piccoli? Se pensi di essere attivo solo nel fine settimana o nella bella stagione, una bici semplice e meno accessoriata è quello che fa per te. Se invece pensi di intraprendere un percorso ciclistico serio e impegnativo dovrai prestare attenzione ai materiali e alla possibilità di accessoriare la bici.

Prenditi tempo! Una bici da corsa è un oggetto impegnativo e non propriamente economico, prima dell’acquisto è importante documentarsi bene sul tipo di modello che si desidera e su quello più compatibile con le proprie esigenze. Ad esempio, scegliete il materiale che ritenete più adatto. L’acciaio è il materiale più usato ed è molto apprezzato perché è resistente e durevole, oltre che facile da riparare e non troppo costoso. Inoltre, offre una buona performance ed un’ottima pedalata. Rispetto ad altri materiali è leggermente più pesante e deve essere trattato contro la ruggine, ma è ugualmente una buonissima soluzione. Anche l’alluminio è molto usato e rinomato per il comfort che offre durante la corsa, soprattutto perché assorbe urti e vibrazioni in modo davvero efficiente. Titanio e Carbonio invece sono meno usati e, in un certo senso, più elitari. Entrambi i materiali sono abbastanza costosi e richiedono un budget importante, ma assicurano performance di alta qualità. Il comfort è assicurato: il carbonio in particolare assorbe urti e vibrazioni in modo eccellente, mentre il titanio è leggero quasi quanto l’alluminio pur offrendo una resistenza molto maggiore.

Una volta scelti fascia di prezzo di prezzo e materiale, è il momento ci concentrarsi sui componenti principali: ruote e gruppo. Il gruppo consiste nell’insieme di pedali, freni, guarnitura, catena, cambio e leve. Esistono diversi modelli di cambi con un diversi set di pignoni: ogni tipologia ha una sua destinazione ma in generale più grande è il pacco pignoni, più la bici sarà adatta ad affrontare salite e terreni scoscesi. Anche la scelta delle ruote influisce sulla performance e portabilità del mezzo, soprattutto per via di peso e dimensioni. Ruote più piccole e leggere sono adatte a terreni normali e consentono di mantenere una certa velocità, ruote più grandi e pesanti sono forse meno veloci ma adatte a lunghi percorsi e terreni accidentati. Su shop specializzati come Bikester potrete trovare un’ampia selezione di bici da corsa!

E ricordate che le bici da corsa… hanno la taglia! Non esiste una dimensione unica standard, questo perché ogni fascia di altezza ha necessità diverse e una diversa distribuzione del peso e dei punti di equilibrio. Per individuare la propria misura basta consultare l’apposita tabella o chiedere l’aiuto di un venditore, che vi assisterà anche durante la prova del mezzo montato!

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia