Sport
Vimercate

La Leon combatte e lotta, ma alla fine esce sconfitta da Desenzano

Dopo la trasferta di Desenzano ci sarà da affrontare in casa il 27 aprile il Legnano.

La Leon combatte e lotta, ma alla fine esce sconfitta da Desenzano
Sport Vimercatese, 24 Aprile 2022 ore 08:49

La Leon combatte e lotta, ma alla fine esce sconfitta da Desenzano (Brescia).

La partita della Leon a Desenzano

Anticipo della trentaquattresima giornata con la squadra di calcio di Vimercate che torna in campo nella lunga trasferta di Desenzano. Dopo la vittoria contro il Breno la compagine di Motta è salita di due posizioni in classifica, lasciando momentaneamente la zona della retrocessione diretta. Quella andata in scena a Desenzano è stata una gara incredibile con ben otto gol segnati. La Leon dimostra di lottare e credere ancora alla salvezza, riaprendo in più occasioni la partita. Ora, dopo la trasferta di Desenzano ci sarà da affrontare in casa il 27 aprile il Legnano.

La cronaca del match

Al “Tre stelle Francesco Ghezzi” i padroni di casa del Desenzano partono subito molto “aggressivi”, guadagnando minuto dopo minuto sempre più campo. Ecco che al minuto 6 arriva la prima occasione da gol. Sul tiro di Carta grande intervento di Pulze che mette la manona sulla palla indirizzata sotto al sette. Pressing e possesso prolungato del Desenzano che rimane nella metà campo della Leon con la formazione di Motta rinchiusa nella propria area. Ancora Desenzano in avanti e al 13' grande salvataggio sulla linea di Rondelli che, sul tiro di Franzoni, è ben posizionato vicino al palo e di fatto mura il pallone dell’attaccante avversario. Leon per la prima volta in avanti al 15' sulla fascia sinistra con Veneruso e Leotta, ma l’azione si conclude in un nulla di fatto. Al 18' su palla persa a centrocampo dal Desenzano, Bonseri si accentra e prova il tiro da fuori: il suo pallone si abbassa dopo la traversa e mette un brivido alla porta di Sellitto. Ecco che arriva il gol del Desenzano. L’azione nasce da una punizione battuta dal fondo dalla Leon, con il centrocampo azzurro che di testa rimanda la palla ai propri attaccanti. In velocità dalla destra Marangon ottiene un fallo e a battere va proprio lui. Il pallone finisce proprio su Pulze che respinge, prima dei difensori della Leon ci arriva Spini che si coordina e calcia sul secondo palo. Qui pesca Franzoni che butta in rete il pallone. Vantaggio Desenzano al 27’. Il Desenzano gioca in velocità ed ecco che, ancora una volta, Franzoni trova il raddoppio con un tiro in diagonale da fuori che batte Pulze. Al 40’ arriva un’azione dalla sinistra con uno scambio tra Veneruso e Leotta, con quest’ultimo che prova il tiro e il suo pallone finisce sulla rete esterna degli azzurri. Ultimi minuti di gioco, con la Leon in avanti con una punizione battuta dalla destra con Moreo che sbaglia le misure.

Il secondo tempo

Al rientro in campo nessuno dei due allenatori effettua cambi. Subito parte molto bene e forte la Leon che prova dalla sinistra con Concina, ma il suo cross è basso. 4’ la punizione battuta da Moreo è bassa e diventa pericolosa vista la deviazione di Carta che svirgola, ma Sellitto è attento e la blocca. Marangon si avvicina al gol al 6’, con una palla in velocità che arriva dalla destra. Ma bravo Concina che in recupero manda in angolo. Ancora Pulze, azione concitata e confusionaria con il Desenzano che trova l’occasione per segnare nuovamente con Franzoni che a botta sicura colpisce di testa il pallone. Pulze con grande reattività si lancia e salva il pallone sulla linea della porta.
Ancora una volta il numero uno della Leon tiene in piedi la propria squadra. Di sorpresa ecco al minuto 11 la Leon riapre la partita con Jacopo Ferrè. L’azione nasce da una palla recuperata da Concina su ripartenza del Desenzano. Citterio apre per Bonseri al limite dell’area, il capitano della Leon vede libero Ferrè che si sposta il pallone sul suo piede destro e con un tiro a giro infila il pallone in rete. Ma il Desenzano Calvina risistema subito le cose e dopo neanche due minuti trova la terza rete. Da punizione battuta da Marangon, Pulze di pugni allontana. Ci arriva Spini che si coordina e calcia, il suo pallone è forte e teso, passa in mezzo a diversi giocatori e s’infila in rete, beffando Pulze che non vede partire il pallone.

La Leon tiene duro fino all'ultimo

Dopo dieci minuti di “stallo” la Leon si riporta nella metà campo avversaria e va a prendersi una punizione importante. Moreo va a battere, torre di Venza e Rondelli che di testa la infila in rete. Leon che accorcia nuovamente le distanze. Il Desenzano, però, nuovamente si porta nella metà campo avversaria e questa volta a trovare la quarta rete per i padroni di casa è Aliu, che dai quindici metri calcia e il pallone si abbassa sotto la traversa, beffando Pulze. Desenzano ora che controlla il gioco, nonostante la formazione di Motta provi a trovare l’imbucata vincente per accorciare, ancora, le distanze. Ecco che, però, arriva la terza rete della Leon da calcio da fermo. Dalla sinistra il calcio d’angolo battuto da Moreo è efficace e arriva sul secondo palo dove c’è Bonseri che di testa butta in rete il pallone. 4-3 e partita che diventa ancora più bella negli ultimi minuti di gioco. Leon che ora spinge per trovare il pareggio. Punizione pericolosa di Moreo deviata in angolo e i ragazzi di Motta che rimangono in avanti. L’ultima punizione è della Leon con tutta la squadra che sale, compreso Pulze. La difesa bresciana riesce ad allontanare, e ripartono in contropiede con un passaggio per Spini, che in posizione di fuorigioco, a porta vuota prende palla e segna il 5-3.

Il tabellino

DESENZANO – LEON 5-3
Marcatori: 27’ Franzoni (DC), 35’ Franzoni (DC), 11’st J.Ferrè (L), 14’st Spini (DC),
25’st Rondelli (L), 31’st Aliu (DC), 41’st Bonseri (L), 49’st Spini (DC)
DESENZANO: Sellitto, Munaretto, Agazzi, Carta, Giani, Boscolo Berto, Franzoni,
Pinardi (22’st Turlini), Aliu (33’st Ferrara), Marangon (26’st Zaccariello), Spini. A disp.
Rovelli, Cavallari, Perotta, Ricozzi, Ferrari, Forlani. All. Soave
LEON: Pulze, Giugno (9’st Schiavo), Veneruso (9’st Portaro), Concina, Leotta, Venza
(32’st Marzullo), Rondelli, Ferrè (32’st Oggionni), Bonseri, Moreo, Citterio (38’st
Spina). A disp. Martignoni, Caferri, Scaccabarozzi, Nicoletti. All. Motta
AMMONITI: Portaro, Veneruso (L), Aliu (DC)
ARBITRO: Carlo Virgilio della sezione di Agrigento
ASSISTENTI: M. Librale e D. Taasciotti

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie