Ciclismo

Pavan Free Bike iridata con Karin Tosato

La Master varesina vince il Campionato del mondo di categoria di mountain bike

Pavan Free Bike iridata con Karin Tosato
Sport Brianza, 24 Agosto 2021 ore 13:08

La Pavan Free Bike porta a casa dalla Francia un titolo mondiale Master e tanti altri grandi piazzamenti.

Tripletta Tosato

Dopo la vittoria in Serbia, Karin Tosato fresca Campionessa europea e ancor prima Tricolore di categoria, ha festeggiato con la famiglia, in tutta tranquillità, senza esagerare, anche perché sapeva che aveva ancora qualcosa di importante da fare.  I primi due capitoli, quello italiano e europeo erano stati scritti, il terzo ancora da scrivere, quello che tutti sognano, vincere il titolo mondiale.  Nel palmares della campionessa di Cuasso al Monte (Varese) mancava proprio la medaglia d'oro che aveva solo visto da vicino nel 2019 in Canada. La "veterana" della Pavan Free Bike aveva preparato meticolosamente il suo obiettivo della stagione ed a Pra Loup ha realizzato il suo sogno di poter indossare la maglia iridata della categoria 40-44.

Gioie Pavan Free Bike

Per Pavan Free Bike la maglia iridata di Karin Tosato è stata la prima gioia dei Mondiali Masters 2021. Tanti corridori hanno ottenuto buone prestazioni e, alla fine della tre giorni iridata, quattro delle sette medaglie di bronzo finite in Italia sono al collo degli atleti della squadra sovicese. Sabato i bergamaschi Claudio Zanoletti (60-64) e Paola Bonacina (50-54) sono saliti sul gradino più basso del podio delle rispettive categorie. Domenica, poi, nelle gare di chiusura dell'evento di Pra Loup, il terzo posto è andato a Giorgio Redaelli (35-39), di Usmate Velate,  e al campione uscente Alberto Riva (40-44), piemontese.

Pavan Free Bike
Il gruppo Pavan Free Bike a Pra Loup

Risultati di qualità

Su un circuito molto duro, non eccessivamente tecnico, e in cui le salite erano la chiave di volta, piazzamenti che sanno di gloria per il briviese Giovanni Bartesaghi (quarto fra i 55-59), per il correzzanese Silvio Olovrap (settimo fra i 50-54) e per il valsassinese Andrea Artusi (nono fra i 45-49), molto contenti delle loro prestazioni alla prima apparizione al Mondiale per "veterani".

Necrologie