Sport
Il ragazzino di Desio è volato a Londra

Promessa del football americano, a 16 anni scelto dalla Nfl Academy

Un sogno che si avvera: Alessandro Monguzzi dopo gli intoppi dovuti al Covid e alla burocrazia venerdì è volato a Londra.

Promessa del football americano, a 16 anni scelto dalla Nfl Academy
Sport Desiano, 10 Ottobre 2021 ore 17:00

La strada per diventare campione di football americano è segnata. Per Alessandro Monguzzi non è solo un sogno ma è una vera e propria opportunità, oltre che motivo di grande soddisfazione. Nonostante gli stop dovuti al Covid e gli intoppi burocratici, che hanno creato qualche difficoltà, venerdì scorso è volato a Londra. Alessandro, infatti, è stato notato da un coach inglese e scelto dalla Nfl Academy per entrare a far parte della "scuola di American Football".

Promessa del football americano, a 16 anni scelto dalla Nfl Academy

Nata solo due anni fa, seleziona una trentina di atleti europei all'anno, li «recluta» nella propria scuola per prepararli ad un futuro da atleta di American Football. Classe 2005, Alessandro è nato e cresciuto a Desio.
"Il primo approccio col football è stato nel 2019, quando con la società Hammers Football Team di Desio ha partecipato al campionato di Flag football, la versione senza contatto, sorella del noto football con casco e paraspalle - spiega la mamma, Roberta Nardi - Quell'anno si è concluso per gli Hammers con la qualificazione alle Final Eight di Grosseto, e un meritatissimo 4 posto".
Nel 2019/2020, dopo un inverno di allenamenti e preparazione, purtroppo il campionato non è arrivato neppure al via, a causa del Covid.
"Ma appena la situazione epidemiologica lo ha permesso, Alessandro ha deciso di provare il vero football, molto più adatto a lui" aggiunge. Il giovanissimo atleta desiano si è così unito alla squadra storica di Milano, i Rhinos, partecipando ai primi allenamenti. Dopo solo tre settimane i suoi video sono stati «notati» da un coach della Nfl Academy di Londra, che lo ha contattato per sapere se fosse interessato a "lavorare su se stesso", con loro, per tentare la strada del football americano.

"Un sogno per lui"

"Un sogno per lui che ci pensava da un anno - evidenzia la mamma - Ma era ancora troppo "piccolo", perché l'età minima per accedere all'Academy è 16 anni. "Teniamoci in contatto" hanno detto loro....". E per farsi trovare pronto all’appuntamento, Alessandro ha iniziato la preparazione con la squadra milanese, senza risparmiarsi. Un’esperienza che, ancora una volta, a metà ottobre 2020, si è interrotta per la pandemia. Ma l'interesse di Londra nei suoi confronti non è cambiata e, dopo aver superato le selezioni (fatte a distanza), è stato reclutato per questa straordinaria avventura".

Venerdì scorso la partenza

A fine aprile sono iniziate le procedure per l'iscrizione. «Purtroppo, ci si è dovuti scontrare con la burocrazia che la Brexit ha portato con sé - aggiunge la mamma - Una quantità di documenti da compilare, preparare, far tradurre, test per la certificazione della lingua inglese, ripetuto due volte per un fraintendimento». Dopo tanta fatica, è arrivata anche la soddisfazione. Finalmente, infatti, mercoledì è arrivato il tanto atteso visto d'ingresso per il Regno Unito, venerdì la partenza.

Guardando al futuro

"Le prospettive? Innanzitutto divertirsi e imparare tutto sul football americano. Alla Nfl Academy di Londra vengono accolti ogni anno circa 30 nuovi ragazzi, scelti in tutta Europa, quindi sarà anche una bellissima occasione per confrontarsi con realtà e culture diverse".
A lungo termine, "la prospettiva è quella di realizzare il grande sogno di giocare a football fra i professionisti d'America".
Quest'anno i ragazzi italiani saranno in tutto cinque. Oltre ad Alessandro, ci saranno due atleti della compagine milanese dei Seamen, e due della giovanile Skorpions Varese.

(nella foto di copertina Alessandro Monguzzi a sinistra)

Necrologie