Sport
Al Centro Sportivo Trabattoni

Un successo la prima edizione della Sfacchinata di Seregno

Sei ore di nuoto non stop, 8 squadre partecipanti, per 87 atleti complessivi.

Un successo la prima edizione della Sfacchinata di Seregno
Sport Seregnese, 22 Novembre 2022 ore 15:55

È stata una grande giornata di sport, divertimento e benessere quella di domenica 20 novembre presso il Centro Sportivo Natatorio “U. Trabattoni” di Seregno dove è andata in scena la 1a edizione de “La Sfacchinata di Seregno". 

Vincitori
Foto 1 di 3
Sfacchinata Seregno 2
Foto 2 di 3
Sfacchinata Seregno 1
Foto 3 di 3

Un successo la prima edizione della Sfacchinata di Seregno

La manifestazione organizzata da IN SPORT srl Società Sportiva Dilettantistica è stata patrocinata dal Comune di Seregno e dall’Ente di Promozione Sportiva CNS Libertas.

Sei ore di nuoto non stop, 8 squadre partecipanti (“In Sport Master”, “St2 Master Team”, “Swimmer Inside”, “Sincro Team”, “Zitto e Nuota per Aquamore”, “Zero Infinity Swimmer”, “Asd Poseidon e Swimmer Inside 2”, “Gonzaga Sport Club”) per 87 atleti complessivi.

170.000 metri complessivi percorsi (poco più della distanza tra Milano e Verona) dai nuotatori in gara, di cui ben 25.675 metri sono stati totalizzati dalla squadra vincitrice “In Sport Master”, gruppo di nuotatori dei centri sportivi In Sport Arcore e Concorezzo.

Ottima performance delle atlete di Cesano

Da segnalare in particolare l’ottima prestazione della squadra “Sincro Team”, gruppo tutto al femminile composto dalle giovani atlete del nuoto artistico di In Sport Cesano Maderno e la presenza di Sabrina Peron, unica componente della squadra “Gonzaga Sport Club” che ha percorso 13.775 metri (551 vasche). Sabrina non è nuova a nuotare in grandi distanze: nel 2019 è stata la prima italiana a completare la traversata dello Stretto de La Manica in solitaria, impiegando 14 ore da Dover (Inghilterra) a Calais (Francia).

C'erano anche atleti con disabilità

Presente alla manifestazione anche una squadra, la ASD Poseidon e Swimmer Inside 2, composta da atleti con disabilità, a testimonianza di come lo sport sia un potentissimo strumento di inclusività.

Al termine, grande soddisfazione per tutti partecipanti consapevoli di aver dato il proprio contributo ad una prestazione atletica di tutto rispetto

Seguici sui nostri canali
Necrologie