Sport
Serie A

Verso Milan-Monza. Palladino: "Ho chiesto ai ragazzi di giocarsela con leggerezza e un po' di sfrontatezza"

A San Siro una gara storica e romantica per tanti motivi. Il mister biancorosso: "Non firmo per il pareggio". Ancora out Izzo

Verso Milan-Monza. Palladino: "Ho chiesto ai ragazzi di giocarsela con leggerezza e un po' di sfrontatezza"
Sport Monza, 21 Ottobre 2022 ore 19:42

Trepidano i tifosi biancorossi al pensiero che tra qualche ora si giocherà a San Siro Milan-Monza, per la prima volta nel campionato di Serie A. E trepida anche la proprietà dal momento che in campo, nell'occasione, s'incontreranno il passato (il Milan di Berlusconi e Galliani), il presente e il futuro (il Monza, naturalmente).

Milan-Monza, Palladino chiede un gioco "corale"

Lo sguardo di mister Raffaele Palladino è quello dell'allenatore sereno. Sereno evidentemente per i risultati raccolti durante la sua gestione (storica resterà la vittoria in Coppa Italia per 3 a 2 a Udine, mercoledì) e sereno per l'affidabilità dimostrata dai calciatori in questi due giorni di allenamento: "Il nostro dovrà essere un gioco corale - afferma l'allenatore -  Le azioni devono partire da tutti. Dobbiamo portare in area tanti uomini. Fin'ora abbiamo creato numerosissime occasioni da gol: per  questo non sono preoccupato e anzi sono sicuro che miglioreremo ancora".

Una partita romantica

Il mister afferma poi di essere d'accordo con Pioli che ha definito Milan-Monza una "partita romantica": "E' proprio così - dice - Anche Berlusconi e Galliani, che con il Milan hanno fatto qualcosa di leggendario vincendo tutto, non vedono l'ora che sia domani. Che sia un momento unico per tutto l'ambiente Monza noi lo stiamo percependo e sono certo che daremo vita a un bel momento per il calcio in generale. Per questo affronteremo la gara con grinta, ancor più  determinati dal fatto che lo stadio sarà tutto esaurito".

Il "complemese" di Palladino

A chi gli fa notare che la partita a San Siro coinciderà con il primo mese di Palladino alla guida della prima squadra, risponde un po' sorpreso: "Non lo sapevo, sono felice, è stato un mese intenso ed emozionante che mi sono goduto in ogni istante. E' stato un bel percorso, ancor più soddisfacente perché la squadra cresce partita dopo partita".

Milan-Monza: Il problema delle scelte

Scegliere la formazione, ecco il vero problema per il mister. "In effetti, vedere tanti calciatori meno utilizzati sfoderare la prestazione di mercoledì e vederli poi allenarsi benissimo nei due giorni seguenti è motivo di grande soddisfazione. Stanotte non dormirò, pensando alla formazione da mettere in campo al Meazza. Però sono felice, ora lavoreremo partita dopo partita senza esaltarci e vivendo con consapevolezza questo momento, fino alla sosta". Bisogna mantenere i piedi per terra e continuare a lavorare.

Che dire del super Petagna?

Andrea Petagna

Su Petagna: "Andrea ha sofferto a stare fuori, ma ora sta lavorando bene. A Empoli non era pronto,  in Coppa invece ha fatto molto bene segnando un gol che è nelle sue corde. Deve trovare continuità e condizione fisica. Per noi è un giocatore importante, una risorsa che ci darà una grande mano, un'arma in più a disposizione  contro il Milan".

Il Milan...

"Ho visto una decina di partite del Milan in questi giorni. E' stato un piacere studiarlo, credo sia la miglior squadra in Italia, capace di giocare un calcio fantastico. Lavorano per principi di gioco e occupazione degli spazi, sono difficili fa affrontare perché hanno tutto. In questi giorni ho imparato tanto da mister Pioli a cui faccio i complimenti, ma detto questo proveremo a limitare le cose che loro fanno bene. Siamo consapevoli di dover giocare con leggerezza e sfrontatezza, con personalità. Sarà una giornata da goderci, un grande spettacolo per il calcio e sono sicuro che entreremo in campo con voglia e determinazione. Con il lavoro quotidiano abbiamo trovato continuità di gioco e stiamo crescendo fisicamente tanto da riuscire a tenere botta all'Udinese, squadra che  che dà sempre grande intensità alle sue partite, proprio come farà il Milan. Cercheremo di giocare a calcio andando forte in avanti con coraggio e voglia. Non difenderemo, ma puntiamo a dare un senso importante a questa gara. Non firmerei per il pareggio, mi piace giocarmi le partite senza guardare al risultato: mi interessa la prestazione, Quando si è in campo bisogna giocare fino in fondo perché può succedere di tutto".

Izzo out

"Izzo non è convocato, ma spero di portarlo con noi per la prossima partita. Sta lavorando bene", ha detto il mister parlando del forte difensore biancorosso.

Milan-Monza, quanto manca Rovella?

"Rovella (squalificato dopo l'espulsione rimediata nel finale a Empoli, ndr) per noi è importantissimo; ho già in mente con chi sostituirlo, ma... non ve lo dico. Ho provato vari giocatori in quella posizione e ho provato anche a cambiare qualcosa a livello tattico". Poi tre nomi: Bondo, Barberis e Ranocchia: "Sono sicuro che chi lo sostituirà farà benissimo".

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie