Sport
Serie A

Verso Monza - Empoli, Palladino conferma il rientro di Di Gregorio

Contro i toscani la partita più difficile. "Domenica scorsa a Salerno ci siamo disuniti"

Verso Monza - Empoli, Palladino conferma il rientro di Di Gregorio
Sport Monza, 03 Marzo 2023 ore 14:45

In vista di Monza - Empoli consueta conferenza stampa della vigilia del mister biancorosso, Raffaele Palladino.

Monza - Empoli, Palladino: "Giocherà chi merita"

Il mister ha affermato che farà giocare chi merita ed è pronto per la gara. "Guardo a chi ha voglia, si comporta bene in settimana e risponde bene alle mie richieste", afferma. Aggiunge poi che tutti i giocatori partecipano agli allenamenti e che non c'è mai stato un atteggiamento sbagliato da parte di nessuno.

A Salerno ci siamo disuniti

L'allenatore ammette che la prestazione contro la Salernitana è stata buona solo nel primo tempo, "Ma dopo il 2-0 abbiamo perso un po' di identità", unico aspetto della prestazione che un po' lo ha preoccupato. "Nelle partite si può perdere, vincere o pareggiare - afferma - ma l'approccio giusto e la capacità di affrontare le difficoltà sono fondamentali. Dopo il raddoppio della Salernitana ci siamo disuniti: su questo dobbiamo lavorare".

Critiche che fanno crescere

Palladino si prende le proprie responsabilità: "Finalmente sono arrivate anche le critiche - dice - Sono molto utili perché mi fanno crescere e fanno crescere la squadra". Il mister ha poi  sottolineato che la settimana è stata molto costruttiva e motivante: "Lavoriamo per migliorarci ogni giorno, siamo andati a cercare i nostri errori, per questo sono tranquillo".

Tra i pali torna Di Gregorio

L'attenzione si sposta poi sulla prestazione di Cragno e sul rientro di Di Gregorio: "Ci sono delle gerarchie, contro l'Empoli Di Gregorio torna titolare - spiega l'allenatore - La prestazione di Alessio è stata buona e sono contento di averlo fatto giocare per valorizzare un un investimento della società. Per il suo carattere, la sua partecipazione, il modo di vivere le partite ho voluto dargli un'opportunità".

Monza un po' disattento contro le squadre più alla sua portata?

Nell'ultimo mese contro Sassuolo, Sampdoria e Salernitana il Monza ha racimolato solo 2 punti, mentre ben 6 contro Juventus e Bologna. Allora siamo forti contro le squadre più temibili e sbagliamo approccio contro quelle più alla portata?  "In effetti è un dato importante - risponde l'allenatore - guardo al lato positivo: contro le grandi abbiamo carattere e vogliamo dimostrare che ce la giochiamo. D'altro canto dobbiamo fare uno step contro le squadre più abbordabili.  E' un trend iniziato solo nella seconda parte del campionato (prima gli scontri diretti li vincevamo) su cui dobbiamo migliorare: non parlerei di superficialità, ci sono squadre che si difendono e ti colpiscono in ripartenza, mentre contro le grandi ti difendi e sfrutti tu stesso le ripartenze. Dobbiamo rifletterci e migliorare".

Il rodaggio di Sensi

Palladino fa il punto su Sensi, il cui recupero è ormai quasi ultimato: "Ha completato il rodaggio per arrivare pronto a questo momento del campionato - conferma il mister - Ho centellinato i suoi minutaggi per evitare ogni infortunio: per noi è fondamentale perché è forte, ma non ha ancora i 90 minuti nelle gambe".

Distorsione per Mota, non grave

Mota ha subito una distorsione alla caviglia e dovrebbe già rientrare nelle prossime settimane. I tempi di recupero in questo caso si valutano di giorno in giorno.

Riempire l'area

Palladino ha confermato che la squadra per le sue stesse caratteristiche tecnico-fisiche non riesce a riempire bene l'area di rigore sui cross, ma che è al lavoro ogni giorno per migliorare anche su questo aspetto.

Palladino e Monza - Empoli: la partita più difficile

Il mister, infine, spiega che dell'Empoli c'è da temere tutto, perché ha giocatori giovani e ben allenati che ti mettono in difficoltà. "La partita di domani sarà la più difficile di tutte - ha concluso - stiamo preparando la squadra per affrontarla al meglio. Servono la fame e la cattiveria giuste anche per dare un segnale a noi stessi e alla città".

Seguici sui nostri canali
Necrologie