Brumotti accoltellato, ecco la ricostruzione

Ieri sera in onda la puntata. Secondo la Polizia di Stato in atto un tentativo di rapina

Brumotti accoltellato, ecco la ricostruzione
Monza, 14 Gennaio 2020 ore 10:08

Per l’inviato di Striscia la Notizia Monza è più pericolosa di Scampia. Se quando era stato in città ad aprile era stato minacciato di morte e colpito da una sassaiola e dal lancio di bottiglie (come avevamo raccontato qui), domenica è stato addirittura accoltellato e un suo cameraman ferito a una gamba. Ieri sera su Canale 5 il noto tg satirico ha trasmesso il servizio realizzato da Brumotti a Monza nel weekend contro lo spaccio che ha rimediato alla sua troupe una bella disavventura. Ma ecco come sono andate le cose.

La ricostruzione

Dalla ricostruzione della Polizia di Stato, alle 14 circa di domenica, due operatori della troupe di Brumotti sono stati aggrediti da due extracomunitari originari del centro Africa, nei giardinetti di via Azzoni Visconti. Agli operatori i due extracomunitari hanno offerto dello stupefacente da acquistare che ovviamente i due cameraman hanno rifiutato. Secondo quanto hanno poi raccontato alle Forze dell’ordine i collaboratori di Brumotti, la sensazione era di essere stati riconosciuti in quanto già il giorno precedente si erano recati nello stesso posto per il servizio giornalistico in questione. E se sabato la loro prima ricognizione era stata ben accolta da molte persone che avevano chiesto selfie e foto con Brumotti, domenica, quando la zona era più deserta e quindi ancora meno sicura, la situazione è precipitata.

L’aggressione

Gli operatori sono stati spintonati e aggrediti. A uno era stata sottratta una spy pen (una microcamera nascosta) mentre all’altro gli spacciatori senza ritegno hanno provato ad asportare il portafogli, senza però riuscirci. L’escalation di violenza era però cresciuta e uno dei collaboratori, nel corso dell’aggressione, è stato colpito alla gamba sinistra da un’arma da taglio con una lama di circa 20 centimetri con la punta spezzata, impugnata da uno degli aggressori. Gli extracomunitari si sono poi dati alla fuga travolgendo Brumotti che stava arrivando in sella alla sua bicicletta.
Sul posto, sono giunti dopo pochi minuti gli agenti della Questura di Monza che stanno indagando per identificare i responsabili, i quali all’arrivo degli agenti avevano già fatto perdere le loro tracce. Intanto sul posto è arrivata anche un’ambulanza per medicare i feriti.

La puntata

Dal servizio giornalistico trasmesso ieri sera su Striscia la Notizia è apparso evidente come la situazione di spaccio che ad aprile Brumotti aveva documentato in stazione a Monza ora, come raccontato anche dal Giornale di Monza nelle scorse settimane, si è spostato in altre zone del centro. Tra queste appunto le aree più calde dove viene spacciata droga alla luce del sole sono proprio i giardini di via Visconti e l’area degli Artigianelli-via Gramsci fino a largo Mazzini. Qui Brumotti ha effettuato le sue riprese, fino alla disavventura nei giardinetti di via Rota Grassi. Il problema insomma, nonostante i frequenti blitz delle forze dell’ordine, resta.

I giubbotti antiproiettile

Senza contare che di sicuro se è vero che la troupe è stata scambiata per poliziotti in borghese, la questione della sicurezza resta alta anche per i tutori dell’ordine. Da qui non si è fatta attendere una nota del sindacato di Polizia, che chiede il giubbotto antiproiettile anche per gli agenti sulle strade.
«Quanto accaduto a Brumotti rafforza la nostra richiesta che tutto il personale di polizia impegnato nel controllo del territorio sia dotato al più presto di giubbotto antiproiettile sottocamicia da poter indossare per l’intero turno di servizio e non solo se si è impegnati nei reparti investigativi o in servizi di scorta – ha ribadito il Consap – Solo l’aver indossato un giubbotto leggero ha salvato la vita all’inviato di Striscia la notizia».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia