Attualità
Benemerenze

A Desio il Premio Beato Talamoni, nella nuova palestra che sarà intitolata a Luca Attanasio

Durante la cerimonia anche l'inaugurazione in memoria dell'ambasciatore ucciso in Congo.

A Desio il Premio Beato Talamoni, nella nuova palestra che sarà intitolata a Luca Attanasio
Attualità Brianza, 08 Ottobre 2021 ore 15:34

In occasione dell’anniversario del Santo Patrono della Brianza, Luigi Talamoni, la Provincia di Monza e Brianza organizza la cerimonia di consegna del Premio Beato Talamoni il prossimo sabato 23 ottobre. Si terrà alle 10 nella nuova palestra del Liceo Statale Scientifico e Classico Ettore Majorana di Desio. Quest’anno la cerimonia si svolgerà seguendo un cerimoniale particolare per unire la tradizionale consegna delle benemerenze provinciali all’intitolazione della palestra alla memoria dell'ambasciatore ucciso in Congo, Luca Attanasio.

A Desio la consegna delle benemerenze del Premio Talamoni

“Anche quest’anno abbiamo voluto dare al nostro Premio Talamoni un taglio diverso, portando la nostra tradizionale cerimonia in un luogo insolito come una palestra. Mesi fa, la notizia della morte dell’Ambasciatore Luca Attanasio ci ha colpito davvero nel profondo e come Provincia abbiamo voluto esprimere la volontà di fare qualcosa di concreto per dare continuità al suo forte legame con il territorio: da li l’idea di portare la sua memoria in mezzo ai giovani, nella scuola che ha frequentato, intitolando a lui la palestra che abbiamo realizzato. Pensiamo che celebrare nello stesso luogo anche le benemerenze provinciali sia un modo davvero per coinvolgere i giovani, portando nella loro quotidianità esempi di vita e storie belle di persone ed associazioni che operano per il bene di questa terra" spiega il presidente della Provincia, Luca Santambrogio.

I premiati

Il presidente Luca Santambrogio durante la cerimonia consegnerà 5 medaglie e 5 targhe con menzione speciale. Medaglia in ricordo di Luca Attanasio, ambasciatore della Repubblica Italiana presso la Repubblica Democratica del Congo, ucciso tragicamente in un agguato nei pressi di Goma il 22 febbraio 2021 nel corso di una missione umanitaria. Con lui hanno perso la vita il carabiniere della scorta Vittorio Iacovacci e l'autista congolese Mustapha Milambo. Le altre andranno a don Augusto Panzeri, responsabile della Caritas della Zona Pastorale V (Monza) della Arcidiocesi di Milano (che comprende i Decanati di Monza, Desio, Lissone, Seregno, Carate Brianza, Seveso, Cantù, Vimercate) e Cappellano del Carcere di Monza; al Cadom (Centro aiuto Donne Maltrattate): associazione di donne che opera a Monza e sul territorio della Brianza dal 1994 allo scopo di prevenire e contrastare ogni forma di violenza contro le donne sia in ambito familiare che sociale; Luigi Moretti (alla memoria): stimato imprenditore e cittadino attivo nella vita politica e sociale della città di Monza, fu uno dei più ferventi promotori del Comitato che ha consentito l’Istituzione della Provincia di Monza e Brianza.

Infine, a Giovanni Ferrario: artista e, dal 2004, docente di Fenomenologia e critica d’arte presso l’Università Cattolica di Milano. Ha insegnato presso la scuola di Design, Arti Visive e Comunicazione Ied di Milano, già docente di Sistemi di Gestione dell’Arte Contemporanea presso l’Università Cattolica del S. Cuore di Milano e visiting professor presso l’Università LUISS Guido Carli di Roma;

 

Queste le menzioni speciali

Menzioni speciali per: Luigi Giovanni Maria Panceri in arte Gatto: cantautore e musicista, è una delle penne più prestigiose del panorama musicale con una carriera live ricca di numerosi concerti non solo in Italia ma anche all' estero; Giancarlo Carrer (alla memoria): fondatore della Croce Bianca di Biassono, è considerato un cittadino esemplare con alto senso civico, sempre disponibile ad aiutare il prossimo. Uomo solare, tenace determinato si è speso con coraggio anche nel periodo più buio della pandemia. Il Covid lo ha portato via il 9 novembre 2020. Al cavalier Luciano Grella: icona dello stile e della moda ha creato un’attività imprenditoriale capace dare lavoro a moltissime donne del territorio, diventate negli anni sarte e ricamatrici esperte. Si distingue per l’impegno a tramandare il patrimonio degli stilisti alle nuove generazioni che faticano ad affermarsi; al Gruppo Volontari Cogliate (G.V.C): presenti e attivi sul territorio, durante la pandemia hanno offerto un prezioso aiuto per costruire una rete di solidarietà capace di lasciare isolato nessun cittadino; e a Graziella Giudici: personalità eclettica e poliedrica è impegnata attivamente nel Comune di Veduggio con Colzano dove si distingue per originalità e spirito artistico nelle attività di regista, attrice, presentatrice e pittrice, riuscendo a coniugare la sua professione di piccola imprenditrice con i ruoli famigliari.

 

Durante la cerimonia verrà intitolata la palestra del Liceo Majorana a Luca Attanasio con la dedica di una stele.

 

Necrologie