Attualità
A un anno dalla morte

Aiutiamo i bambini speciali: raccolta fondi nel nome di Sara Colombo

L'iniziativa benefica della famiglia dell'insegnante della scuola dell’infanzia di Cesano Maderno.

Aiutiamo i bambini speciali: raccolta fondi nel nome di Sara Colombo
Attualità Seregnese, 02 Febbraio 2022 ore 17:51

Una raccolta fondi per tenere viva la memoria di Sara Colombo e la sua grande passione. La promuove la sua famiglia (il fidanzato Marco, mamma Mariella, papà Ezio e il fratello Luca) a un anno dalla sua morte.

Per i bambini speciali: raccolta fondi nel nome di Sara

Sara Colombo, classe 1985, appassionata e vulcanica insegnante alla scuola dell’infanzia Asilo Opera Pia Giuliana Ronzoni di Cesano Maderno e vulcanica allenatrice alla Ginnastica Cabiate, si è arresa al tumore contro cui combatteva il 5 dicembre 2020, a soli 35 anni, "dopo aver lottato come una leonessa per oltre un anno e mezzo perché voleva tornare dai suoi nani, come li chiamava lei" dice Marco Nese, il 37enne di Olgiate Comasco che le è stato accanto negli ultimi quattro anni, sostenendola e accompagnandola con amore.

"Sara amava i bambini"

Immenso il vuoto che Sara Colombo ha lasciato in tutti quelli che la conoscevano e le volevano bene. Grandissimo il desiderio dei suoi affetti più stretti di trasformare il dolore per la sua assenza in speranza per i più piccoli. E continuare, così, al posto suo, il percorso che la malattia non le ha permesso di portare a termine. "Glielo dobbiamo" dice Marco. L’obiettivo è raccogliere 3mila euro da dividere per tre associazioni che hanno a cuore i bambini con disabilità (La Nostra Famiglia, L’abilità e L'abbraccio). Lo strumento con cui raggiungerlo è la piattaforma Gofundme ("Il sorriso di Sara per i bambini speciali"). "Sara amava i bambini e, più di ogni altra cosa, amava i bambini bisognosi di attenzioni particolari - spiega Marco - Ringraziamo tutti coloro che vorranno partecipare con un contributo, sia per ricordare Sara sia per ricordare l'affetto che donava a questi bambini speciali, che tanto amava".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie