Attualità
Seregno

Botti, biscotti e... polemica per Capodanno

Sui social il sindaco invita a non utilizzare i petardi, ma nessuna ordinanza. Tuona la consigliera di minoranza Ilaria Cerqua: "Insufficiente".

Botti, biscotti e... polemica per Capodanno
Attualità Seregnese, 31 Dicembre 2021 ore 14:01

Botti, biscotti e... polemica a Seregno in vista del veglione di San Silvestro. Il sindaco sui social invita a non utilizzare i petardi per festeggiare l'arrivo dell'anno nuovo, ma la consigliera di minoranza Ilaria Cerqua (Forza Italia) tuona: "Insufficiente rispetto a un fenomeno dannoso".

"No ai botti, si ai biscotti"

Ultime ore dell'anno con polemica a Seregno. Il motivo? Il post del sindaco, Alberto Rossi, sui canali social per invitare la cittadinanza a non utilizzare i botti per salutare il 2021 e festeggiare il nuovo anno nella notte di San Silvestro. Rossi spiega che il materiale esplosivo è  pericoloso per l'uomo ma anche per gli animali e "sono tanti quelli che rimangono feriti, anche gravemente, nei giorni successivi a Capodanno o che scappano spaventati per le esplosioni".  Il primo cittadino aggiunge che non è stata emessa un'apposita ordinanza perché "è inapplicabile, e non mi piace farla tanto per farla. C’è chi ritiene che a volte vadano adottate regole solo per dare un segnale, ma non sono d’accordo. Nei Comuni in cui si fanno ordinanze simili non è che non si sparano botti, e sanzionare è praticamente impossibile".

Le critiche della consigliera Cerqua

La severa replica della consigliera di minoranza, Ilaria Cerqua, non si è fatta attendere: "L’invito dell’ultima ora pubblicato su Facebook dal sindaco, attraverso slogan che possono  sembrare simpatici ma rischiano di essere poco concreti, è del tutto insufficiente rispetto a un fenomeno dannoso che si ripete ogni anno - interviene la capogruppo di Forza Italia -  Un’ordinanza sindacale di divieto, assunta e comunicata per tempo  alla cittadinanza, avrebbe comunque un’efficacia e un'incisività diversa, su una questione che incide sulla sicurezza dei cittadini e va nella direzione della  tutela della salute delle persone, degli animali e dell'ambiente". Cerqua conclude con una critica all'Amministrazione per la "poca attenzione sulla questione".

 

Necrologie