Attualità

Concorso di idee per dare un nome al nuovo parco di via Agnesi a Desio

L'iniziativa è riservata agli studenti delle scuole secondarie di 1° grado. Votazioni aperte dal 24 maggio al 1 giugno.

Concorso di idee per dare un nome al nuovo parco di via Agnesi a Desio
Attualità Desiano, 25 Maggio 2021 ore 10:27

Un concorso di idee rivolto alle scuole secondarie di primo grado del territorio per trovare un nome al nuovo Parco di via Agnesi a Desio.

Concorso di idee per dare un nome al nuovo parco di via Agnesi a Desio

“Aiutaci a trovare un nome al Parco di via Agnesi, osserva la foto e lasciati ispirare!”, è questo lo slogan con cui il Comune di Desio chiede la collaborazione degli studenti per dare un nome al nuovo parco cittadino. L'iniziativa, riservata agli studenti delle scuole secondarie di primo grado è partita ieri, lunedì 24 maggio e si chiuderà il 1° giugno.

Ogni studente è chiamato a scrivere la proposta su un bigliettino e imbucarlo nell’urna che si trova presso la propria scuola. Le tre proposte più originali, selezionate da una Commissione, saranno sottoposte al voto di tutti i Cittadini, affinché possano scegliere il nome definitivo del parco.

Una formula già sperimentata per il parco giochi inclusivo

“Abbiamo pensato di riproporre, modificandola parzialmente, la formula già sperimentata con la denominazione del primo parco giochi inclusivo della città, il Parco sulle Nuvole. Insieme agli stessi partner dell'altra volta, le mamme di "E io gioco" e il Circolo "Roberto Giussani" di Legambiente, abbiamo deciso di coinvolgere le scuole in questo processo partecipativo per l’intitolazione della nuova area riqualificata – spiega l’Assessore allo Sport e Partecipazione Giorgio Gerosa. E’ nato un nuovo Parco pubblico che coniuga il benessere dei cittadini con la salvaguardia del territorio non edificato. Questa operazione continua a dimostrare l’attenzione che riserviamo alla Città dello Sport, dando alla luce uno spazio per il fitness e il relax all’aria aperta, completato da una attrezzatura per il calisthenics e da un’area feste di prossima attivazione".

L'importanza della tutela del paesaggio

“Questo è un parco che contribuisce a tutelare il paesaggio, così come la piantumazione di più di 800 alberi avvenuta già nel 2014 – spiega l’Assessore ai Parchi Giovanni Borgonovo. Sono stati realizzati dei percorsi ciclopedonali nell’area prospiciente la palestra in calcestre, il completamento del parcheggio di via Calvino e la cura dell’area destinata a verde. Un primo intervento all'interno di un progetto più ampio, a cui si associa anche il progetto Nexus, che prevede interventi per il mantenimento della rete ecologica regionale, che collega il Parco delle Groane e il Parco della Valle del Lambro, attraversando diversi Comuni, che permetterà alla piccola fauna di muoversi nuovamente nel territorio, a migliorare la vegetazione, ma anche rendendo fruibili i vecchi percorsi campestri, generando qualità, presidio e nuove connessioni".

Il progetto Nexus

Prevede diversi interventi in diversi Comuni, tra cui il recupero della vicinale Bertacciola a Desio attraverso la messa a dimora di alberi e siepi, riqualificando i percorsi campestri, si restituisce dignità ad un pezzo di paesaggio brianzolo. Filari, siepi, fasce boscate e uno spazio rigenerato con ciliegi in fiore tra Desio e Bovisio Masciago.

In particolare, sarà sistemato il tracciato della vicinale esistente e verrà realizzato un nuovo percorso ciclopedonale, che si collegherà con quello previsto nel territorio di Bovisio Masciago. L'area sarà oggetto di riqualificazione naturalistica mediante il riordino delle aree boscate, la creazione di nuovi filari alberati e la messa a dimora di 316 nuovi alberi e 381 arbusti.

Il progetto è possibile grazie anche alle previsioni della variante al Piano di Governo del Territorio del Comune di Desio approvato nel 2014, che ha destinato a ‘Spazi agricoli a compensazione ecologica ambientale’ le due vicinali della Bertacciola di Sopra e di Sotto (prati in zone agricole di compensazione ecologica ambientale prioritari), comprendendo, nello stessa area, sia la vicinale, sia le fasce immediatamente attigue.

 

Necrologie