Attualità
I dati aggiornati

Covid, stabile il numero di pazienti ricoverati al San Gerardo

Sono 29 i pazienti ricoverati nel nosocomio monzese, numero uguale a quello della scorsa settimana.

Covid, stabile il numero di pazienti ricoverati al San Gerardo
Attualità Monza, 08 Novembre 2021 ore 16:54

Rimane sostanzialmente stabile la situazione al San Gerardo per quanto riguarda l'emergenza Covid. I pazienti attualmente ricoverati sono 29, numero identico a quello della scorsa settimana.

Covid, 29 i pazienti ricoverati al San Gerardo

Nel dettaglio 19 persone risultato ad oggi ricoverate nel reparto di malattie infettive (nove di loro non sono vaccinati), tre nel reparto UTIR (di cui due non vaccinati). Sei invece i pazienti ricoverati in Terapia Intensiva (di cinque non vaccinati) e un solo ricovero in terapia intensiva neuro chirurgica.

Come comunicato dall'Asst Monza nella settimana dall'1 al 7 novembre hanno avuto accesso al Pronto soccorso dell'ospedale monzese 1858 pazienti, di cui 121 con sintomatologia Covid e 14 ricoverati. Nel corso della settimana risultano anche tre decessi e l'età media dei pazienti ricoverati e di 68 anni.

Confronto con la settimana precedente

Guardando ad un raffronto dettagliato con la settimana precedente, in cui i pazienti complessivamente ricoverati erano sempre 29, risulta che:
- i pazienti in Malattie Infettive la scorsa settimana erano 17 (8 non vaccinati), 7 quelli in UTIR (4 non vaccinati) e 5 in terapia intensiva (tutti non vaccinati). Inoltre nella settimana dal 26 ottobre all'1 novembre avevano avuto accesso al Pronto soccorso 1846 pazienti, di cui 132 con sintomatologia Covid e 9 ricoverati.

Il commento del Direttore delle Malattie Infettive

“La situazione al San Gerardo è sostanzialmente stazionaria rispetto alla settimana precedente - ha affermato  il Prof. Paolo Bonfanti, Direttore unità operativa di Malattie Infettive - nonostante il numero di pazienti positivi al tampone cresca sia a livello nazionale sia regionale. Questo significa che l’argine di protezione garantito dai vaccini funziona: l’anno scorso il giorno 8 novembre erano ricoverati nel nostro ospedale 354 pazienti di cui 34 in terapia intensiva, una situazione drammaticamente diversa. La prova del nove la vedremo nei prossimi giorni perché l’impatto sui ricoveri di una ripresa epidemica si osserva sempre con un paio di settimane di ritardo. Molto difficilmente, tuttavia, l’entità dei numeri raggiungerà quella dell’anno scorso”.

(foto archivio)

Necrologie