Attualità
Mobilità green

Desio bandiera gialla per la ciclabilità anche nel 2022

Il Comune ha ricevuto tre 3 bike smile nell'ambito del progetto FIAB ComuniCiclabili.

Desio bandiera gialla per la ciclabilità anche nel 2022
Attualità Desiano, 20 Ottobre 2022 ore 14:19

Desio è Comune Ciclabile: con una superficie di 14,76 mq e quasi 42mila abitanti il Comune è è aggiudicato la bandiera gialla della ciclabilità italiana con 3 bike smile (il punteggio va da 1 a 5), valutazione assegnata in base al livello di ciclabilità valutato in base alla mobilità urbana, infrastrutture, comunicazione, ciclabili urbane, tasso di motorizzazione.

Desio è Comune Ciclabile. Il Comune premiato da Fiab

“Questo riconoscimento premia il nostro territorio – spiegano il Sindaco Simone Gargiulo e l’Assessore alla Mobilità Cristina Riboldi - ringraziamo FIAB e l’Associazione Ciclisti Urbani Desiani che, oltre a contribuire e diffondere la cultura della ciclabilità in città, hanno anche apprezzato gli ultimi interventi realizzati per la rotatoria tra le vie XXV Aprile e Tagliabue. Siamo consapevoli del cambiamento in atto, un cambiamento che riguarda le nostre scelte di vita, di cui siamo tutti più coscienti anche in seguito alla pandemia, e alla sfida che ci viene posta dai cambiamenti climatici”.

ComuniCiclabili, il progetto

E’ in continua crescita il progetto FIAB ComuniCiclabili, il riconoscimento della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta che valuta il grado di ciclabilità dei territori e accompagna le amministrazioni nello sviluppo di politiche bike friendly, oltre a supportare Sindaci e amministratori nel dare risposte concrete alle richieste delle giovani generazioni sul futuro del pianeta.

La consegna del riconoscimento di ComuniCiclabili è solo uno degli aspetti di un progetto che si prefigge di creare una rete tra tutte le realtà aderenti e di stimolare Sindaci e Amministrazioni a fare sempre meglio per agevolare lo sviluppo di una mobilità attiva e la scelta della bicicletta come mezzo di trasporto in ogni ambito (dagli spostamenti quotidiani di bike-to-work e bike-to-school al tempo libero, fino alle vacanze in sella).

Le aree di valutazione

Quattro, in sintesi, le aree di valutazione: mobilità urbana (ciclabili urbane/infrastrutture, moderazione traffico e velocità), governance (politiche di mobilità urbana e servizi), comunicazione & promozione, cicloturismo. La valutazione di quest’anno considera anche gli interventi previsti nel recente Decreto Semplificazioni come, ad esempio, il doppio senso ciclabile, le “strade ciclabili urbane” (cosiddette E-bis) e gli “itinerari ciclopedonali” (strade F-bis), che hanno una grande potenzialità in ottica pendolarismo e cicloturismo.

Seguici sui nostri canali
Necrologie