Attualità
L'annuncio

E' nato il Distretto del commmercio di Cesano Maderno, Seveso e Barlassina

Obiettivo: pianificare e mettere in campo politiche attive e condivise per il sostegno e la valorizzazione del commercio locale.

E' nato il Distretto del commmercio di Cesano Maderno, Seveso e Barlassina
Attualità Seregnese, 25 Febbraio 2022 ore 17:44

Il progetto dei Comuni di Cesano Maderno, Seveso e Barlassina riconosciuto da Regione Lombardia. Ieri, a Cesano Maderno (capofila) la presentazione ufficiale.

E' nato il Distretto del commmercio di Cesano, Seveso e Barlassina

Regione Lombardia ha riconosciuto il Distretto del commercio delle Groane e del Fiume Seveso che coinvolge i territori comunali di Cesano Maderno, Seveso e Barlassina con Decreto n. 1184 del 07/02/2022. Un riconoscimento ottenuto in tempi record, "a dimostrazione dell’importanza e della valenza delle progettualità sviluppate e da sviluppare, ma anche del metodo adottato, quello della collaborazione tra istituzioni" per dirla con l'assessora al Commercio di Cesano Maderno, Marianna Ballerini.

"Lavorare insieme nell’interesse dei cittadini"

Fare rete, sviluppare sinergie, lavorare insieme nell’interesse dei cittadini e del sistema economico del territorio: questo spirito di collaborazione rappresenta la strategia che guiderà l’evolversi dell’iniziativa. Una scelta rappresentata dall’incontro, nella serata di ieri, giovedì 24 febbraio, nella Sala consiliare del Comune di Cesano Maderno, di tutti gli attori del progetto, in rappresentanza dei tre Comuni aderenti e delle realtà partner.

Presenti il sindaco Maurilio Longhin, l’assessora al Commercio Marianna Ballerini insieme alla dirigente d’Area e comandante della Polizia Locale, Francesca Telloli, il sindaco di Barlassina, Piermario Galli, il sindaco di Seveso, Alessia Borroni e l’assessore con delega al Commercio, Marco Mastrandrea, con il dirigente e comandante della Polizia Locale, Roberto Curati. E ancora, il segretario dell’Associazione territoriale di Seveso di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza, Roberto Ripamonti, il segretario generale dell’Unione Artigiani di Milano e di Monza e Brianza, Marco Accornero (con Cristina Ballabio), il presidente di Apa Confartigianato Cesano Maderno, Paolo Rastellino, la rappresentante della Camera di Commercio, Laura Vittani. Il professor Luca Tamini del Politecnico di Milano che ha illustrato lo studio svolto sul territorio.

Il sostegno e la valorizzazione del commercio locale

Obiettivo dell’accordo: pianificare e mettere in campo politiche attive e condivise per il sostegno e la valorizzazione del commercio locale. Cesano Maderno, che avrebbe avuto i requisiti demografici e strutturali previsti da Regione Lombardia per costituire un Distretto urbano del Commercio, ha scelto invece un’altra strada, quella di collaborare con i due Comuni territorialmente contigui per costituire un Distretto diffuso di rilevanza intercomunale in una logica di regia unitaria per rilanciare l’economia locale, soprattutto dopo che l’emergenza sanitaria e il lockdown hanno messo in crisi le attività produttive. Adesso più che mai c’è bisogno di quello scatto in avanti che può arrivare dalla ricerca di nuovi stimoli e dalla condivisione di idee, esperienze, competenze, iniziative. Fondamentale la partnership, richiesta peraltro dalle stesse regole regionali, con le associazioni e realtà provinciali più rappresentative del settore: ConfcommercioUnione Artigiani, Apa Confartigianato Camera di commercio.

A fuoco criticità e punti di forza

Il Politecnico di Milano ha avuto un ruolo chiave, attraverso uno studio condotto da Luca TaminiGiorgio Limonta. A illustrare i contenuti dello studio è intervenuto nella serata di ieri il professor Tamini: un contributo importante, il suo, per mettere a fuoco criticità e punti di forza del commercio nei tre Comuni e orientare le scelte future e la direzione verso la quale il Distretto diffuso di rilevanza intercomunale dovrà muoversi per cogliere nuove opportunità, con l’obiettivo di coinvolgere nuovi partner, pubbliche amministrazioni, associazioni di categoria, reti di imprese, attività economiche dei settori commercio, artigianato e servizi, oltre che soggetti attivi nella promozione del territorio intercomunale.

Al via i tavoli di lavoro

Dopo il riconoscimento della Regione, sono già iniziati i passi concreti per programmare iniziative condivise. Già a far data dalla prossima settimana, partiranno dei tavoli di lavoro tra i soggetti firmatari volti ad iniziare tale percorso e a promuovere il Distretto stesso, coordinare gli interventi, coinvolgere nuovi stakeholder, reperire le risorse utili a dare impulso alle attività. Oltre a ciò, si porranno le basi per le prime progettualità, tra le quali una calendarizzazione di eventi sui territori per l’anno corrente e che verranno meglio esplicitati in seguito.

Con il Distretto il commercio vedrà d’ora in poi un “posto fisso” nei programmi delle amministrazioni interessate e una pianificazione certa.

"Un percorso impegnativo, un progetto di lungo respiro, che comincerà da subito a dare i suoi frutti, anche attraverso il lavoro per partecipare ai bandi regionali, e i cui effetti positivi saranno visibili in futuro, dato che i programmi del Distretto confluiranno all’interno delle strategie di governo del territorio delle Amministrazioni comunali - la sintesi dell'assessora Marianna Ballerini - Una bella sfida, da affrontare insieme, guardando avanti e confidando nelle tante competenze e nella creatività del nostro territorio".

Il servizio completo sul Giornale di Seregno in edicola martedì 1 marzo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie