Attualità
Taglio del nastro

Ecco la Casa di Comunità nell'ospedale di Lissone

Soddisfatta il sindaco Laura Borella: "Un importante presidio sanitario per il nostro territorio"

Ecco la Casa di Comunità nell'ospedale di Lissone
Attualità Monza, 28 Dicembre 2022 ore 10:45

Una nuova Casa di Comunità è stata inaugurata questa mattina nei locali dell'ospedale di Lissone. Una serie di nuovi servizi per il territorio e per tutti i Comuni dell'Ambito.

La Casa di Comunità a Lissone

Oggi, mercoledì 28 dicembre, è stato tagliato il nastro della nuova Casa di Comunità all'interno del nosocomio di via Bernasconi. Una serie di servizi sanitari destinati a promuovere la tutela della salute e la presa in carico dei pazienti che non necessitano dell'ospedalizzazione.

Alla cerimonia di apertura, oltre al sindaco Laura Borella e ai vertici di Asst Brianza e Regione Lombardia, erano presenti anche il vicepresidente della Provincia Riccardo Borgonovo, l'assessore ai Servizi sociali di Vedano al Lambro Patrizia Lissoni e il sindaco di Macherio Mariarosa Redaelli.

Presenti anche l'ex sindaco Concetta Monguzzi che, nella passata legislatura si era impegnata in prima persona per la trasformazione dei locali dell'ospedale, e il presidente del Consiglio comunale Roberto Perego.

Il messaggio dell'assessore Lo Faro

Assente giustificato l'assessore ai Servizi sociali Ignazio Lo Faro che negli ultimi mesi ha seguito passo passo tutte le ultime fasi di attivazione dei servizi della nuova Casa della Comunità di via Bernasconi.

Promesse mantenute! Poco più di un mese fa in risposta ad un'interrogazione comunicavo al Consiglio comunale il programma di Asst Brianza dell'attuazione di tutti i servizi da inaugurarsi entro il 2022. Ci siamo! La messa in rete dei presidi sanitari già esistenti integrati con i presidi sociali a 360 gradi ha già permesso e permetterà di garantire un'assistenza di prossimità sul territorio. I presidi sanitari già esistenti in via don Bernasconi: medici specialisti (due cardiologi, uno pneumologo e un geriatra), gli ambulatori medici di medicina generale, il centro prelievi, il Centro unico prenotazione (Cup), l'ambulatorio infermieristico, l'Uonpia, la Psicologia di comunità e la postazione scelta e revoca. C'è anche il punto di ascolto, già attivato, con la presenza di un'infermiera comunità e un'assistente sociale permetteranno una presa in carico precoce garantendo un dialogo costante con i medici di medicina generale con un'attenzione particolare anche all'aspetto psicologico.

Confermato anche il progetto Mataxa, destinato al supporto dei disagi mentali e psichici.

Anche il progetto Mataxa, che coinvolge associazioni e cooperative sociali, che garantisce il supporto dei pazienti con disagio psichico e alle loro famiglie non poteva che trovare una collocazione migliore all'interno della Casa della Comunità permettendo un lavoro di rete con tutti gli operatori per una presa in carico totale del paziente. Ringrazio Asst Brianza per l'impegno e la dedizione per aver garantito, nei tempi previsti, la piena attuazione di un presidio di sanità territoriale così importante per territorio di Lissone.

WhatsApp Image 2022-12-28 at 10.02.56
Foto 1 di 2
WhatsApp Image 2022-12-28 at 10.03.18
Foto 2 di 2

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Seguici sui nostri canali
Necrologie