Attualità
Macherio

Erede dei duchi di Mantova festeggia 100 anni

Traguardo importante per Alfio Malatesta che ha raggiunto il secolo di vita

Erede dei duchi di Mantova festeggia 100 anni
Attualità Caratese, 23 Maggio 2021 ore 10:00

Un erede dei duchi di Mantova ha festeggiato 100 anni.

Cento anni

Importante traguardo per Alfio Malatesta, nato il 18 maggio del 1921. Un secolo di vita festeggiato martedì 18, nella sua abitazione di via Italia accanto alla moglie Adriana Didoni. Il centenario, nel giorno del suo compleanno, ha ricevuto la visita del primo cittadino, Mariarosa Redaelli, che gli ha portato una torta, di don Matteo Vasconi e la chiamata di don Luigi Sala. Seduto al tavolo racconta una vita intensa fatta di lavoro, difficoltà di chi ha vissuto la guerra, di viaggi, ma anche di divertimenti e tanti affetti e "ora sono qua, sono contento anche se vorrei poter ritornare a fare ancora qualche viaggio accanto alla mia compagna" ci ha confidato.

Erede dei duchi di Mantova

"Sono nato a Mantova, mio papà era figlio di un ricco proprietario terriero, i Malatesta. Una sua sorella, che non ho mai conosciuto, era una nobildonna, aveva sposato uno dei duchi di Mantova e all’ingresso del Palazzo ducale di Mantova c’è la statua di Carolina Malatesta". Alfio arriva a Milano a 8 anni si appoggia da una zia, inizia a fare piccoli lavori sino ad arrivare come funzionario della Camera di Commercio di Milano. «Nel 1939 vengo inviato a Ivrea per poi essere imbarcato a Napoli e andare a combattere in Grecia e poi a Courmayeur. Rimango ferito, sono stato lacerato alla schiena, vengo portato all’ospedale di campo e poi all’ospedale militare di Torino. Dopo sei mesi di degenza ritorno ad Aosta, conosco una donna che poi diventa mia moglie e nel 1944 sono diventato papà di una splendida bambina, Ivana. La mia prima moglie viene a mancare prematuramente e nel 1966, conosco la macheriese Adriana sul luogo di lavoro". Il segreto di così tanta longevità? "Ci siamo sempre attorniati di amici più giovani di noi, ci piaceva viaggiare tanto. Forse è proprio questo il segreto di così tanta longevità" ha preso parola Adriana.

Il servizio completo sarà pubblicato anche sul Giornale di Carate in edicola martedì 25 maggio 2021.

Necrologie