Attualità
Cesano Maderno

Giardino della legalità dedicato a Giorgio Ambrosoli

Nel corso dell’inaugurazione si procederà alla piantumazione di una cinquantina di piante autoctone.

Giardino della legalità dedicato a Giorgio Ambrosoli
Attualità Seregnese, 11 Novembre 2021 ore 14:25

Un giardino della legalità dedicato a Giorgio Ambrosoli e una panchina rossa dedicata a Lea Garofalo. L'inaugurazione a Cesano Maderno sabato 20 novembre 2021.

Giardino della legalità dedicato a Giorgio Ambrosoli

Cesano Maderno continua il suo impegno nella lotta alla criminalità organizzata: sabato 20 novembre, in via Paolo VI a Cassina Savina, un’area verde confiscata alla mafia diventerà il primo Giardino della legalità del territorio. Al suo interno sarà collocata una panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza contro le donne, dedicata a Lea Garofalo, testimone di giustizia e vittima della ‘ndrangheta.

"Onorare l'impegno civico"

Il giardino sarà dedicato a Giorgio Ambrosoli, uno degli uomini simbolo della lotta alla corruzione nel nostro Paese, insignito della Medaglia d’oro al valor civile, assassinato dopo aver scoperto gli intrecci tra politica, finanza e criminalità quando era liquidatore della Banca Privata Italiana di Michele Sindona. Ha dichiarato il sindaco Maurilio Longhin:

“Per onorare l’impegno civico di queste due figure  un’area che era appartenuta alla mafia risorge e diventa una nuova ricchezza per il territorio, un luogo simbolo di legalità e libertà, a disposizione di tutti i cittadini. La panchina rossa dedicata a Lea Garofalo, che viene collocata in questo Giardino della legalità in concomitanza con gli eventi per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, rafforza la testimonianza dell’impegno civico dell’Amministrazione comunale contro ogni forma di violenza e discriminazione. È questa la società alla quale vogliamo contribuire e appartenere. Una società libera di crescere, dove le donne siano rispettate e le persone si sentano sicure”.

Teatro dei Pupi e delle Pupe antimafia

Per rafforzare l’omaggio alla figura di Lea Garofalo e agli eroi della legalità, l’associazione culturale Marionettistica popolare Siciliana proporrà, venerdì 19 novembre, nell’auditorium Paolo e Davide Disarò, una rappresentazione dell’Opera dei Pupi e delle Pupe AntimafiaLo spettacolo, itinerante in Italia e all’estero, è  promosso da Brianza SiCura di cui Cesano fa parte, e offre una rivisitazione della tradizione dei Pupi siciliani con un repertorio focalizzato sulle figure contemporanee dei protagonisti della lotta alle mafie, con particolare riferimento alle donne. Il Teatro dei Pupi e delle Pupe antimafia di Angelo Sicilia è stato fondato nel 2002 a Palermo ed è l’unico in Italia a proporre un repertorio dedicato esclusivamente a personaggi antimafia. Una novità assoluta, che coniuga tradizione, attualità, impegno civile.

La partecipazione delle scuole

Alla cerimonia di inaugurazione del Giardino della Legalità di sabato 20 parteciperanno anche gli studenti degli istituti di istruzione cittadini Ettore Majorana e Iris Versari, oltre ad una delegazione di studenti degli Istituti comprensivi primo e secondo. La giornata vedrà anche la partecipazione dell’associazione Noi per Cesano, presieduta da Salvatore Colombo: nel corso dell’inaugurazione si procederà alla piantumazione di piante autoctone. Verranno messe a dimora oltre una cinquantina di esemplari tra aceri campestri, carpini bianchi, rovere, tigli selvatici, frassini, ciliegi selvatici, biancospini, rose rugose, pallon di maggio e prugnoli. Così l'assessore all’Ecologia e all'Ambiente Salvatore Ferro:

“Questa iniziativa, collegata alla Festa dell’albero, che si ripete ogni anno in questo periodo in varie zone della città oltre ad arricchire il patrimonio verde cittadino, quest’anno assume una valenza ulteriore, contribuendo a restituire alla città un’area prima preclusa ed ora non solo tornata nella disponibilità dei cesanesi, ma resa anche più bella grazie al verde. È come se le radici di queste piante volessero rappresentare le radici della legalità, chiamate a germogliare ed a dare frutto ad una sempre maggiore coesione contro le mafie e contro l’ingiustizia”.

Ha concluso il consigliere comunale Marco Violato, delegato a rappresentare Cesano Maderno nel coordinamento di Brianza Sicura per la lotta alle mafie:

“L’inaugurazione del Giardino della legalità e la collocazione di una panchina rossa dedicata anch’essa ad una figura martire della legalità  è un segnale forte che la Giunta guidata dalsindaco Maurilio Longhin vuole dare a testimonianza del proprio impegno nella lotta alla criminalità ed alla corruzione e, allo stesso modo, un atto col quale rimarcare il coraggio che serve per effettuare scelte di campo coerenti in prima persona, nella lotta al contrasto di tutti i fenomeni malavitosi”.

 

Necrologie