Attualità
Storia di fede

Guarì una desiana da un tumore, è diventato santo

"Oggi si corona un sogno", il commento di Giovanna Citeri a Roma per la canonizzazione di Charles de Foucauld. 

Guarì una desiana da un tumore, è diventato santo
Attualità Desiano, 18 Maggio 2022 ore 13:22

Guarì una desiana da un tumore, è diventato santo. "Oggi si corona un sogno", il commento di Giovanna Citeri a Roma per la proclamazione.

Guarì una desiana, Charles de Foucauld è diventato santo

Charles de Foucauld è stato proclamato santo, domenica, grazie anche a un miracolo che lega la sua storia ai coniugi desiani Giovanni Pulici e Giovanna Citeri: "Oggi si corona un sogno: vedere santo Charles de Foucauld". Sono gli stessi coniugi che ora vivono a San Giorgio a raccontare il miracolo. Nel 1984 Giovanna Citeri fu colpita da un tumore alle ossa. Aveva 40 anni. I medici non le davano speranze. La donna è riuscita a guarire, con tanto di documentazione medica che ha dimostrato come le ossa si fossero risanate. Il marito, Giovanni Pulici, che oggi ha 87 anni, devoto del religioso Charles de Foucauld, gli si era rivolto in dialetto, pregandolo perché non voleva perdere la sua Giovanna.

"Una giornata indimenticabile per noi, per la Chiesa e per il mondo intero"

Le figlie della coppia, Elisabetta e Paola, all’epoca erano piccole. Grazie anche al miracolo che ha visto protagonista proprio Citeri, Papa Benedetto XVI aveva reso beato Charles de Foucauld il 13 novembre 2005. Domenica il mistico francese è stato canonizzato dopo il riconoscimento del secondo miracolo ad un giovane francese. Il primo ha riguardato la desiana. Una grande emozione per la coppia di San Giorgio: "Comunque fosse andata, per noi Charles era già santo, anche nel silenzio. Però vederlo elevato alla massima gloria degli altari è stato bellissimo". Domenica ha partecipato a Roma alla cerimonia che ha proclamato de Foucauld Santo accompagnata dalle due figlie. Le tre donne hanno anche avuto l’occasione di incontrare Papa Francesco. "E' stata una giornata indimenticabile per noi, per la Chiesa e per il mondo intero", le loro parole.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie