Attualità
Giussano

I bambini della materna di Birone salutano don Eugenio

Festa a scuola con le maestre degli asili parrocchiali gestiti dal sacerdote

I bambini della materna di Birone salutano don Eugenio
Attualità Caratese, 07 Luglio 2022 ore 12:44

Festa di saluto al sacerdote, responsabile degli asili parrocchiali «Proserpio», «Divina Provvidenza» e «Maria Immacolata» che da settembre lascerà la comunità pastorale San Paolo.

"Ti vogliamo bene"

«Ti vogliamo bene, ci mancherai don». Sono le parole commoventi dei bambini della scuola materna «Maria Immacolata» di Birone, rivolte a don Eugenio Carminati, che da settembre lascerà la frazione, e sarà trasferito ad Inverigo, come parroco residente nella comunità pastorale «Beato Carlo Gnocchi».
Per lui è arrivato il momento della pensione e della partenza e i piccoli, insieme alle maestre, hanno voluto salutarlo con una festa a scuola: canti, balli e un regalo speciale per il sacerdote: un libretto realizzato con tutti i disegni e i pensieri dei piccoli. Dono preziosissimo per il don, che si è emozionato e commosso nel riceverlo.

Il saluto delle maestre

La partenza del prete ha molto scosso oltre ai fedeli della parrocchia, anche alcune delle maestre che hanno avuto modo di lavorare con lui da quando, 9 anni fa, è arrivato in città e si è occupato della gestione dell’asilo paritario, attaccato alla chiesa di santo Stefano.
Molto commossa la maestra Raffaella Galimberti, che per nove anni ha collaborato con il sacerdote.
«Sono molto legata a don Eugenio; per me e per i bambini è una figura di riferimento. I bimbi gli sono molto affezionati e hanno voluto salutarlo con una grande festa, cosa che è stata fatta anche da tutte le maestre dei vari plessi di cui si occupa. Mi mancherà molto, abbiamo lavorato insieme da quando è arrivato a Birone, instaurando un bel rapporto di collaborazione: don Eugenio è un grande punto di riferimento, una colonna della scuola, una guida, difficile da lasciare».
Il sacerdote è il responsabile delle scuole materne parrocchiali «Proserpio» al laghetto, della «Divina Provvidenza» di Paina e dell’asilo di Birone, ed è molto stimato da tutto il personale e dalle famiglie.
«Ci ha insegnato tanto, anche nel periodo della sua malattia, che ha sempre affrontato con grande grinta e tanto coraggio e speranza» ha raccontato Chiara Caramatti, segretaria nel plesso di Birone.

Giussano, festa a scuola per don Eugenio

 

IL SERVIZIO COMPLETO SUL GIORNALE DI CARATE IN EDICOLA 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie