Attualità
Due eventi in calendario

Il San Gerardo promuove un percorso di umanizzazione delle cure con le associazioni del territorio

Un percorso che potrebbe sfociare in un Protocollo di intesa già il prossimo anno.

Il San Gerardo promuove un percorso di umanizzazione delle cure con le associazioni del territorio
Attualità Monza, 12 Dicembre 2022 ore 14:49

Umanizzare la cura e prendersi cura della persona in una visione più ampia, considerando la totalità delle sue componenti: fisica, mentale, emotiva, sociale e spirituale. Parte da questo presupposto e obiettivo allo stesso tempo, il percorso promosso dal San Gerardo di Monza insieme a quattro associazioni di volontariato del territorio che potrebbe sfociare, il prossimo anno, in un Protocollo di intesa tra Asst Monza e associazioni stesse.

Il San Gerardo promuove un percorso di umanizzazione delle cure con le associazioni

La Casa della Poesia di Monza, Zeroconfini onlus, FIDAPA BPW Italy, sezione Modoetia Corona Ferrea e Gli Amici dei Musei di Monza: queste le associazioni che insieme all'ospedale lavoreranno a diversi percorsi in cui medicina e scienze sanitarie narrative, ma anche poesia, teatro e arte diventeranno punti di forza nel processo di cura e di assistenza, per un servizio sempre più di qualità che favorisca il benessere e il “bellessere” della persona. A lavorarci saranno i volontari delle associazioni stesse che, a titolo gratuito, avvieranno percorsi di umanizzazione delle cure, valorizzando l'unicità delle persone.

Gli eventi in calendario

I primi due eventi in calendario si terranno sabato 17 dicembre e poi da lunedì 19 a venerdì 23 dicembre.
Sabato 17 dicembre alle 10 presso l’Auditorium “Enrico Maria Pogliani” ci sarà una tavola rotonda “Con il Covid sulle spalle e nel cuore”, in collaborazione con FIDAPA Modoetia Corona Ferrea.

Dopo i saluti da parte di Antonetta Carrabs Presidente F.I.D.A.P.A. BPW Italy Sezione Modoetia Corona Ferrea, Rachele Capristo Presidente Distretto Nord Ovest F.I.D.A.P.A. BPW Italy, Laura Radice Direttore Sanitario ASST Monza e Fabrizio Sala Vice Presidente Regione Lombardia, saranno diversi gli esperti a intervenire.

Previsti gli interventi di  Maddalena Lettino Direttore Unità Operativa Complessa di Cardiologia Clinica dell'Ospedale San Gerardo e Lorena Salvini Coordinatore infermieristico Reparto di Nefrologia e Oncologia Medica. Ma anche di Tiziana Achilli Past Presidente F.I.D.A.P.A. BPW Italy Sez. Modoetia Corona Ferrea e Anna Mancuso Presidente Associazione Salute Donna Onlus. In Auditorium prenderanno parola anche Donatella Vergari, Presidente Terre des Hommes Italia, Roberta Chiesa Direttore Sanitario ASST Valcamonica e Rosaria Avisani già Ispettrice Corpo Infermiere Volontarie Croce Rossa Italiana Brescia oltre a Rossella Spinosa Compositrice e musicologa.

Da lunedì 19 a venerdì 23 (dalle 10.30 alle 12) invece ci sarà l'evento “Poesia che mi parli”, reading di poesia presso lo spazio CUP del San Gerardo in collaborazione con La Casa della Poesia di Monza. L'evento prevede la partecipazione straordinaria di Michele Sangineto.

L'importanza di curare la persona nella sua interezza

“Ringrazio le associazioni per l’attenzione rivolta al nostro ospedale – sottolinea il Direttore Generale della ASST Monza Silvano Casazza -. È nostro preciso dovere curare la persona nella sua interezza e questo è possibile stabilendo un rapporto personale con ogni singolo paziente e prestando particolare attenzione a tutti i suoi bisogni, che comprendono certo la cura della malattia ma anche la soddisfazione delle relazioni sociali della vita quotidiana. È proprio a queste esigenze che rispondono iniziative come questa, che salutiamo con gratitudine e soddisfazione, in quanto espressione del fatto che l’impegno e la sensibilità che mettiamo nel far sentire ogni paziente al centro del nostro lavoro viene riconosciuta e ricordata”.

La valorizzazione dell'unicità delle persone

“Ringrazio il Direttore Generale della ASST Monza dott. Silvano Casazza - sottolinea Antonetta Carrabs, presidente de La Casa della Poesia - a nome delle quattro associazioni monzesi coinvolte in questo progetto che nasce con la finalità di realizzare, con propri
volontari e, a titolo totalmente gratuito, percorsi volti all’umanizzazione delle cure, nel rispetto e valorizzazione dell’unicità della persona, pur nel suo appartenere all’insieme dei pazienti. Il concetto di umanizzazione assume, quindi, un significato molteplice perché tende ad accrescere il benessere finalizzato al miglioramento della qualità della vita della singola persona. E così la poesia, la musica, l’arte, la letteratura possono contribuire a favorire quel miglioramento delle capacità di assistenza sanitaria attraverso il valore della relazione fra la competenza scientifica e quella civica. L’importanza del sistema della rete è, quindi, fondamentale in tutte le attività e ancor di più in quelle sanitarie perché tutti siamo potenziali pazienti. Siamo molto felici di poter sugellare questa importante sinergia con l’Ospedale San Gerardo di Monza che si concretizzerà con la firma del Protocollo di intesa”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie