Attualità
biassono

In Comune i caloriferi si accendono il 2 novembre

La decisione del sindaco borgomastro Luciano Casiraghi e della Giunta contro il caro energia

In Comune i caloriferi si accendono il 2 novembre
Attualità Caratese, 21 Ottobre 2022 ore 14:36

Slitta a mercoledì 2 novembre l'accensione dei caloriferi nelle strutture comunali di Biassono. Lo ha comunicato il sindaco borgomastro, Luciano Casiraghi, in una lettera ai cittadini.

Slitta l'accensione dei caloriferi

"Carissimi concittadini - scrive Casiraghi nella lettera pubblicata su sito istituzionale - la Giunta comunale ha preso la decisione di rinviare, per tutte le strutture di proprietà e di gestione comunale, l’accensione dei riscaldamenti alla giornata del 2 novembre prossimo. Lo abbiamo deciso in quanto la situazione metereologica prevista nella prossima settimana, fortunatamente con giornate e serate ancora abbastanza miti, ci dà la possibilità di risparmiare qualche migliaio di euro per la spesa energetica, senza creare un abbassamento degli standard termici all’interno delle strutture pubbliche, come palestre, Municipio, scuole ed edifici a carattere sociale".

Contro il caro energia

"Stiamo anche predisponendo, per i prossimi giorni, una delibera di Giunta che fissa gli obiettivi per combattere l’aumento drastico e, lasciatemi dire, ingiustificato, del costo energetico. Agiremo puntualmente per razionalizzare gli orari degli uffici pubblici, le temperature massime da mantenere all’interno di ogni tipo di edificio e sulle illuminazioni pubbliche di monumenti e facciate - aggiunge il borgomastro - Spero e credo che, oggi e nell’immediato futuro, possa esserci comprensione da parte di tutti voi che, anche nelle vostre abitazioni e aziende, cercate e cercherete di “tirare la cinghia”, come diciamo noi brianzoli nei momenti difficili e di emergenza. Abbiamo anche pianificato degli interventi importanti su alcune strutture pubbliche verso la direzione della riqualificazione energetica ma, come comprenderete, questi sono interventi che miglioreranno le condizioni di risparmio nel futuro prossimo e non nell’immediato. Oggi, insieme, dobbiamo combattere i rincari della spesa attraverso un minor consumo e rinunciare a qualche “comodità” che, attualmente, non ci possiamo permettere. Vi ringrazio per l'attenzione certo della vostra comprensione e collaborazione, il vostro sindaco borgomastro".

Il servizio sarà pubblicato anche sul Giornale di Carate in edicola martedì 25 ottobre 2022.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie