BrianzaRestart

In Provincia la prima di quattro giornate per parlare della Brianza del futuro

In corso il primo incontro dedicato alle tematiche della Formazione e del Lavoro.

In Provincia la prima di quattro giornate per parlare della Brianza del futuro
Attualità Monza, 20 Luglio 2021 ore 10:54

La sfida del PNRR – Piano Nazionale Ripresa e Resilienza - apre scenari nuovi di sviluppo anche per la Brianza che guarda al futuro ed alla ripartenza dopo quasi due anni di stop and go, causati dalla pandemia.

In Provincia la prima di quattro giornate per parlare della Brianza del futuro

Un anno dopo aver promosso la sigla del patto BrianzaRestart, coinvolgendo oltre 90 attori territoriali, la Provincia MB chiama nuovamente a raccolta i rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni di categoria, dei sindacati, dei rappresentanti della sanità, del welfare, del terzo settore e della scuola e formazione.

Questa mattina è in corso il primo incontro, dedicato alla Formazione e al lavoro sul nostro territorio alla presenza anche dell'assessore regionale all'Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione Fabrizio Sala, coordinatore del tavolo territoriale regionale per Monza e Brianza. Sono in programma anche gli interventi del Prefetto Patrizia Palmisani, del Direttore del Settore Risorse e Servizi ai Comuni della Provincia di Monza e della Brianza Erminia Zoppè. Mentre Enrico Fabbri, Dimitri Storai del Laboratorio di Scienze del Lavoro PIN presenteranno il Report del mercato del lavoro e della Formazione 2020 e primo semestre 2021.

3 foto Sfoglia la gallery

L'intervento di Fabrizio Sala

"Dopo due anni difficili per studenti e docenti - ha sottolineato Fabrizio Sala - siamo di fronte ad un momento storico per la scuola e per la formazione. Dovremo sfruttare al meglio i fondi del Recovery Fund riservati all'istruzione e alla formazione per dare più possibilità ai nostri ragazzi e avvicinarli al mondo delle imprese e del lavoro con strumenti adeguati e innovativi".

"Occorre creare - ha proseguito - un ponte fra scuola e imprese, avvicinando le une alle altre, con un rapporto diretto e in sinergia per creare lavoratori sempre più specializzati e adeguati alle richieste del mercato".

"Il recovery - ha rimarcato l'assessore regionale - riserva un finanziamento importante agli Its e vogliamo che questi investimenti vengano convogliati per formare studenti e lavoratori in modo da aprire nuovi sbocchi occupazionali per chi è in cerca e per chi è stato messo in difficoltà dalla crisi".

"Come Regione Lombardia - ha concluso - abbiamo il dovere di anticipare il PNRR e lo abbiamo fatto grazie al nostro Piano Lombardia e con tutte le misure in atto per rilanciare l'economia del territorio brianzolo che in questi ultimi mesi sta tornando a crescere, soprattutto nei settori dell'elettronica, dell'alimentare e del farmaceutico".

Brianza Restart, di cosa si tratta

I quattro incontri previsti nell'ambito del progetto Brianza Restart offrono uno spazio di confronto e discussione per connettere gli attori del territorio sui principali temi della ripartenza e rinnovare la volontà di proseguire lungo quel percorso comune già condiviso verso un progetto nuovo di “Brianza” più inclusiva, smart e sostenibile cogliendo le opportunità previste nelle missioni, negli obiettivi e negli interventi del PNRR.

Dopo l'incontro di oggi, il prossimo è fissato per giovedì 22 luglio con focus sul Welfare, la terza giornata, il 27 luglio, sarà dedicata a Territorio e Mobilità e per finire l'incontro del 29 luglio verterà sul Recovery Plan.

"Il PNRR apre scenari che ci chiamano a fare squadra"

“Abbiamo voluto fortemente dare un nuovo appuntamento a tutti i principali attori del
territorio per continuare quel lavoro di scambio e confronto, avviato lo scorso anno, per affrontare insieme i nodi legati alla pandemia. Il PNRR apre scenari che ci chiamano nuovamente a fare squadra se vogliamo davvero non perdere occasioni preziose” - ha spiegato il Presidente Luca Santambrogio - “Noi ci siamo organizzati in anticipo
rispetto alle scadenze previste per incominciare a raccogliere quei progetti che
potrebbero avere una valenza sovracomunale e che presenteremo nella quarta giornata
in calendario. Anche così La Provincia sta dimostrando di agire con responsabilità e
concretezza continuando a creare relazioni nel territorio e agire nel ruolo di
facilitatore tra le amministrazioni per cogliere nuove opportunità, come la sfida della
programmazione europea”.

Seguiranno aggiornamenti nel corso della mattinata 

Necrologie