Attualità
Seveso

La sezione C del 1966 si ritrova con la maestra e omaggia commossa l’amico Vittorio Zorloni

Emozionante rimpatriata in pizzeria per gli ex compagni di classe della scuola elementare di Baruccana.

La sezione C del 1966 si ritrova con la maestra e omaggia commossa l’amico Vittorio Zorloni
Attualità Seregnese, 05 Dicembre 2021 ore 16:00

Una cena che ha permesso di rivivere i tempi passati, di ritrovare l’amata maestra Maria Antonietta Pontiggia, oggi 74enne, e di ricordare con affetto un amico mai dimenticato come Vittorio Zorloni.

La sezione C del 1966 si ritrova con la maestra e omaggia commossa l’amico Vittorio Zorloni

Alcuni degli ex alunni della sezione C classe 1966 della scuola elementare di Baruccana, a Seveso, hanno deciso di riunirsi insieme alla loro insegnante, per ricordare insieme i tempi passati con un pensiero particolare per un compagno di classe speciale, Vittorio Zorloni, scomparso lo scorso maggio nella tragedia della funivia del Mottarone. E’ morto insieme alla futura moglie Elisabetta e al figlio Mattia, di soli 5 anni, dopo il crollo della cabina in cui si trovavano insieme ad altre dodici persone.

Come è nata l'idea

L’idea di radunarsi insieme è nata dalla ex insegnante: "Ci eravamo rivisti in occasione dei funerali di Vittorio, quando ci siamo ritrovati per portargli un ultimo saluto – ha spiegato Eleonora Rondinelli, tra coloro che hanno organizzato la rimpatriata – Da lì è nata l’idea di ritrovarsi per una cena. La maestra ci teneva molto, ha sempre avuto un rapporto speciale con noi perché la nostra è stata la sua prima classe nel corso della sua vita da insegnante. Ci ha sempre avuto nel cuore.  Ci siamo attivati contattando i vari compagni, non più tutti residenti a Baruccana, e alla fine in 16 hanno risposto positivamente. Spiace non abbiano aderito tutti, ma c’è stato anche chi è arrivato da Bergamo e questo ci ha fatto un enorme piacere".

Il gruppo si è radunato a cena per mangiare una pizza. "Abbiamo voluto ringraziare la nostra insegnante per quello che aveva seminato in tutti noi" hanno spiegato. Alla tavolata c’era anche una sedia vuota, dedicata a Vittorio Zorloni. "Era il “matto” della classe, sempre sorridente e scherzoso – hanno ricordato gli ex compagni – Abbiamo ricordato lui e gli speciali momenti trascorsi insieme, come quando la maestra ci accompagnava l’ultimo giorno di scuola al bar del centro a prendere il gelato per festeggiare la fine dell’anno scolastico. Momenti magici che sono rimasti nella memoria di tutti noi".

Il brindisi in memoria di Vittorio e della sua famiglia

Durante la serata c’è stato poi un momento molto toccante: un brindisi in ricordo e in memoria di Vittorio, del piccolo Mattia e di Elisabetta: "Lui sicuramente sarebbe stato presente alla serata e avrebbe fatto il “matto” come suo solito – ha commentato Eleonora – Avrebbe raccontato battute e ci avrebbe fatto divertire tutti, come faceva a scuola. Era questa la sua indole, spiritoso e scherzoso, dalla battuta sempre pronta". E’ stato senz’altro il momento più emozionante della serata: "Abbiamo voluto rendergli omaggio ed è stato il momento più toccante e commovente. Ci manca tanto, ma sappiamo che da lassù ci ha visto ricordare quegli anni speciali della nostra infanzia in cui lui era protagonista e siamo certi che ha riso e sorriso con noi".

Necrologie