Attualità
Sanita'

L'ospedale di Desio ora è Pio XI

All'ingresso posizionata la nuova insegna che ufficializza l'intitolazione del presidio ad Achille Ratti, divenuto Papa il 6 febbraio 1922.

L'ospedale di Desio ora è Pio XI
Attualità Desiano, 21 Febbraio 2022 ore 17:08

Ospedale Pio XI: la nuova insegna da venerdì ufficializza l’intitolazione dell’ospedale all’illustre desiano, Achille Ratti, divenuto Papa nel 1922.

Nuova insegna: l'ospedale di Desio ora è Pio XI

La cerimonia ufficiale, che era prevista per il 4 febbraio, in concomitanza con il centenario dell’ascesa di Achille Ratti al soglio pontificio (il 6 febbraio 1922), a causa della pandemia è stata rimandata al 28 maggio. Per la cerimonia ufficiale sarà presente anche il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato della Santa Sede, che presiederà il convegno "Pio XI e il suo tempo", organizzato da Cisd Pio XI (Centro Internazionale di Studi e Documentazione Pio XI), in mattinata, alla casa natale del Papa.

Si concretizza il sogno di Antonio Colombo

Con la nuova insegna si concretizzano così il sogno e l’impegno che erano stati di Antonio Colombo, presidente del Comitato Ovest Brianza, da cui era partita l’iniziativa che ha poi coinvolto i consiglieri regionali della Brianza, arrivando alla mozione approvata a giugno e al recente via libera definitivo della Regione. Purtroppo Colombo, venuto a mancare a inizio dicembre, non è riuscito a vedere l’insegna posizionata all’ingresso dell’ospedale, ma sul progetto resterà sempre la sua impronta.

Soddisfazione del Comitato Ovest Brianza

Soddisfazione espressa dal Cob, per voce di Francesco Sicurello. Subito dopo la posa dell’insegna ha voluto ringraziare il direttore generale dellAsst Brianza, Marco Trivelli, che ha da sempre condiviso l’idea e dopo l’approvazione della delibera regionale, il 24 gennaio, si è mosso rapidamente per cambiare insegna e loghi, e rendere visibile a tutti coloro che si recano al presidio la nuova denominazione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie