Attualità
Muggiò

Magic Movie, tutto pronto per l’abbattimento

Approvato dalla Giunta il progetto esecutivo definitivo. Il cantiere dopo l’estate e poi ben 250 giorni di lavoro

Magic Movie, tutto pronto per l’abbattimento
Attualità Monza, 25 Aprile 2023 ore 09:45

«Entro il mese di luglio sarà espletata la procedura di appalto e dopo ci vorranno 250 giorni di lavorazione per cancellare definitivamente una delle più brutte pagine della storia cittadina e sanare una ferita profonda». Con queste parole il sindaco di Muggiò Maria Fiorito ha spiegato il percorso verso la demolizione dell’ex Magic Movie Park, il compendio, dismesso, costruito tra il 2001 e 2004 all’interno del Parco Grugnotorto-Villoresi.

Magic Movie, tutto pronto per l’abbattimento

Martedì scorso la Giunta ha infatti approvato il progetto esecutivo definitivo dei lavori, relativi alla riqualificazione e recupero ambientale del compendio immobiliare denominato Multiplex.

«Questo progetto rappresenta per me e per la mia storia, la “madre di tutte le opere” – ha sottolineato il sindaco – Un’idea, un sogno che parte da molto lontano e che abbiamo caparbiamente inseguito e realizzato. Sono convinta che siamo tra i pochi Comuni d’Italia che hanno voluto acquistare all’asta un ecomostro».

La struttura che era nelle mani della Curatela fallimentare è stata acquistata dal Comune nel 2021. Con la sua demolizione verranno restituiti alla città e al Parco oltre 26mila metri quadri di verde. L’intervento è reso possibile anche grazie ai fondi europei del Pnrr.

«E’ un bell’intervento che riusciremo a realizzare anche grazie ai fondi Pnrr che abbiamo richiesto e che ci sono stati assegnati per un valore di poco più di 2 milioni di euro» ha aggiunto. La spesa complessiva dell’operazione è di 2 milioni e 336mila euro di cui  2.031.945 con i fondi del Pnrr e il restante 334.134 con fondi del Bilancio.

Verso la demolizione. Le fasi

Entro luglio verranno esperite le procedure per l’appalto e l’affidamento dei lavori a una ditta specializzata che aprirà il cantiere. Il tempo stimato per l’operazione è di 250 giorni, quindi si vedranno i risultati nella primavera 2024.
«Per me, questo risultato vale un mandato e mi ripaga di tanti sacrifici e notti insonni. Ringrazio la Giunta che con me ha operato, il Consiglio per la fiducia accordata e tutti i nostri funzionari per l’impegno profuso» ha chiosato il sindaco Fiorito.

Come prima tappa, l’impresa incaricata provvederà all’accantieramento, alla messa in sicurezza delle aree e alla rimozione di piante e vegetazione, preparatoria alle fasi successive. Passerà poi alla bonifica del materiale pericoloso, accatastato nel corso degli anni. Seguirà la pulizia delle aree circostanti dai rifiuti solidi urbani sia sul perimetro esterno dell’edificio che all’interno. Gli operatori procederanno all’intervento di «strip out» impiantistico, arredi, infissi , pavimentazioni e la rimozione di elementi impiantistici presenti in copertura a tutti i livelli dell’edificio compreso il tetto.

Dopo queste fasi l’impresa metterà in atto la demolizione controllata dell’edificio con sistema meccanizzato di tipo «top–down», che prevede la demolizione da terra, mediante escavatori cingolati a braccio lungo. La demolizione avverrà con la tecnica selettiva  e dello smontaggio combinato per aumentare la riciclabilità degli scarti e agevolare lo smaltimento finale. Poi la frantumazione del materiale che subirà un trattamento di deferizzazione e riduzione volumetrica e sarà destinato a parziale reinterro.

Riqualificazione naturalistica

Al termine dell’operazione, l’area di sedime dell’edificio e le aree di pertinenza circostanti saranno interessate da interventi di riqualificazione naturalistica e connessione ecologica, tra cui ad esempio il rimboschimento, come si evince dalla relazione tecnica del progetto approvato dalla Giunta, il tutto anche in riferimento al programma degli interventi 2016 – 2025 del Plis del Parco GruBria-Villoresi.

Seguici sui nostri canali
Necrologie