Attualità
In vista dell'inverno

Nessun rinvio: a Mezzago i caloriferi si potranno accendere già da sabato

Il sindaco Massimiliano Rivabeni ha annunciato che non emetterà alcuna ordinanza in merito.

Nessun rinvio: a Mezzago i caloriferi si potranno accendere già da sabato
Attualità Vimercatese, 20 Ottobre 2022 ore 14:31

Nessun ulteriore rinvio per quanto concerne l'accesione dei caloriferi. A comunicarlo è stato il sindaco di Mezzago Massimiliano Rivabeni, che ha annunciato che non emetterà alcuna ordinanza a riguardo. I termosifoni potranno essere utilizzati già a partire da sabato 22 ottobre 2022. Una scelta in controtendenza rispetto a quella maturata da altri sindaci del Vimercatese, ma non solo.

"Ci affidiamo al buonsenso dei cittadini"

A Mezzago i caloriferi delle abitazioni potranno essere accesi già a partire da sabato 22 ottobre 2022. L'annuncio è arrivato direttamente dal sindaco Massimiliano Rivabeni, che ha sottolineato come non ci saranno ordinanze a riguardo. Una scelta in controtendenza rispetto a quella presa da molti altri Comuni del Vimercatese, ma non solo, che hanno approfittato delle temperature primaverili di questi giorni per spostare l'accensione dei termosifoni di un'altra settimana.

"Relativamente al periodo di esercizio degli impianti termici a combustione il Comune di Mezzago non disporrà per Ordinanza del Sindaco nessun posticipo ulteriore rispetto a quanto già disposto a livello nazionale (accensione a partire dal 22 ottobre) - ha dichiarato pochi minuti fa il primo cittadino mezzaghese - Riguardo alle strutture private si raccomanda l’uso del buon senso e della razionale necessità di ridurre al minimo i consumi dettata dalle circostanze attuali. Ritenendo di aver fatto la scelta più opportuna, nel più ampio rispetto delle libertà consapevoli di ognuno di noi e nella massima flessibilità relativamente alle mutabili condizioni meteo, caramente vi saluto".

Le strutture pubbliche

Per quanto riguarda le strutture pubbliche, il Comune di Mezzago ha manifestato la volontà di adeguarsi alle condizioni meteorologiche del periodo, scegliendo di accendere i caloriferi solo in caso di necessità.

"Riguardo alle strutture pubbliche i sistemi di riscaldamento verranno attivati a partire dal giorno 22 ottobre solo per l’attività indispensabile al mantenimento delle condizioni minime già previste per legge, questo significa che se le condizioni meteo saranno tali da permetterne la non accensione queste non verranno attivate", ha specificato il sindaco Rivabeni.

Seguici sui nostri canali
Necrologie