Attualità
Sanità

Ospedale di Desio intitolato a Papa Pio XI: la cerimonia con il cardinale Parolin e Letizia Moratti

Una giornata dedicata al centenario dell'elezione di Achille Ratti a Pontefice, con il convegno e il nuovo progetto per la Casa natale.

Ospedale di Desio intitolato a Papa Pio XI: la cerimonia con il cardinale Parolin e Letizia Moratti
Attualità Desiano, 28 Maggio 2022 ore 16:07

Ospedale di Desio  intitolato a Papa Pio XI: la cerimonia con il cardinale Pietro Parolin, segretario della Santa Sede  e Letizia Moratti, vicepresidente di Regione Lombardia e assessore al Welfare. Oltre a questo momento anche i tanti eventi promossi dalla Fondazione Casa Natale Pio XI con il Centro internazionale di Studi e Comunicazione Pio XI - Cisd Pio XI, gli Amici della Casa natale Pio XI e la parrocchia Ss. Siro e Materno.

Cerimonia ufficiale con il cardinale Pietro Parolin e Letizia Moratti

Nella giornata che Desio ha dedicato al suo Papa, Achille Ratti, ricordando il centenario della salita al soglio pontificio (che cadeva il 6 febbraio ma la cerimonia è stata rinviata a causa del Covid) e l'anniversario della sua nascita (il 31 maggio 1857), dopo la mattinata al centro congressi del Banco Desio e della Brianza con il dodicesimo convegno di studi  dedicato a "Pio XI e il suo tempo", con gli interventi di numerosi relatori, si è tenuta la cerimonia ufficiale di intitolazione dell'ospedale cittadino al Papa desiano. Presenti la vicepresidente di Regione Lombardia, Letizia Moratti e il cardinale Pietro Parolin. A fare gli onori di casa il direttore generale dell'Asst Brianza, Marco Trivelli. Gremita l'aula magna dove si è svolta la cerimonia. Numerose le autorità che hanno partecipato, medici e personale dell'ospedale, il prefetto, Patrizia Palmisani, il sindaco di Desio, Simone Gargiulo, con gli assessori, il presidente della Provincia, Luca Santambrogio, il Comitato Ovest Brianza che in primis si è battuto per arrivare a questo momento, con i consiglieri regionali che hanno supportato questo percorso, Andrea Monti, Federico Romani, Gigi Ponti e Marco Fumagalli. Un pensiero e un applauso è andato anche al presidente del Comitato Ovest Brianza, Antonio Colombo, che ha sempre avuto particolarmente a cuore il destino dell'ospedale, venuto a mancare a dicembre dello scorso anno.

Trivelli: "Un momento importante per la storia di questo ospedale"

"E' una giornata importante per la storia di questo ospedale - ha detto Trivelli, ripercorrendo i momenti salienti dalla nascita del presidio e facendo riferimento a un  documento molto significativo donato da Barbara Castiglioni - Da oggi questo ospedale ha un nome. Questa esigenza è  stata espressa da un'idea del dottor Rivera, raccolta poi dal Cob, con il dottor Colombo, che ricordiamo, e Francesco Sicurello. Pio XI è stato un grande brianzolo. Da desiano ha potuto abbracciare il mondo ed è stato un innovatore. E' stato un esempio di forza, capacità, intelligenza. Raccogliamo la sua eredità e facciamo che questo ospedale sia un punto di riferimento per il territorio".

Moratti: "Un esempio e una sfida che dobbiamo raccogliere"

"Questo è il suggello di un percorso che mostra l'attaccamento del territorio al suo Papa - è intervenuta Letizia Moratti - Avere un nome così importante porta con sé valori che vanno declinati all'opera sanitaria. Papa Pio XI è stato anche un educatore. In questa sua missione ci sono una competenza e una umanità che devono caratterizzare la sanità di oggi. E c'è il cambio di paradigma, la presa in carico della persona in modo complessivo, compresi gli aspetti sociali". Poi ha ricordato la passione per le scienze, simbolo dell'innovazione come valore. "Ed era appassionato di montagna - ha aggiunto - Una sfida che noi dobbiamo raccogliere nella sanità".

Parolin: "Pio XI ha lasciato un'eredità da portare avanti"

"Dalle parole che ho sentito ho potuto cogliere di quanto affetto e quanta venerazione è circondata la figura di Papa Pio XI - così è intervenuto il cardinale Parolin -  Credo che questa intitolazione sia soprattutto simbolo di una responsabilità per portare avanti quei valori che devono caratterizzare la sanità oggi e che coincidono con la dottrina sociale della Chiesa per la cura degli ammalati, il prendersi cura della persona, che comprende anche l'aspetto spirituale. Dare il nome di Pio XI significa andare avanti, implementare i valori e diventare un modello. Una sfida per l'ospedale di Desio, come esempio in Lombardia, in Italia e in tutto il mondo". Al termine è stato scoperto il medaglione con l'effigie del Papa desiano, poi Parolin ha impartito la benedizione.

Tanti i momenti per celebrare il Papa desiano

Nella giornata di oggi, sabato 28 maggio, presentato anche il nuovo progetto per la Casa  natale di Pio XI. Tra gli appuntamenti alle 18 la benedizione della cupola della Basilica restaurata, mentre alle 18.30 il cardinale Pietro Parolin presiederà il solenne pontificale con i sacerdoti della comunità pastorale di Santa Teresa di Gesù Bambino. Chiuderà la serata in Basilica il concerto in onore del segretario di Stato della Santa Sede che sarà eseguito dall’orchestra e coro sinfonico Amadeus.

13 foto Sfoglia la gallery

 

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie