Attualità
A proporlo la cooperativa sociale Liberi Sogni di Aizurro

Premio Enrico Davolio 2022: è “Io… nel bosco” il progetto selezionato

Un’iniziativa in ricordo di Enrico Davolio per premiare progetti di innovazione sociale nelle aree di prevenzione del disagio

Premio Enrico Davolio 2022: è “Io… nel bosco” il progetto selezionato
Attualità Brianza, 13 Gennaio 2023 ore 11:07

Si è conclusa la fase di valutazione dei nove progetti che hanno partecipato al “Premio Enrico Davolio 2022”, iniziativa giunta quest’anno alla sua settima edizione e nata con l’intenzione di ricordare e proseguire l’operato di Enrico Davolio, sostenendo progetti inclusivi e di utilità sociale in tutte le aree di prevenzione del disagio e di innovazione sociale.

“Sogni nel cassetto e progetti del cuore” il titolo scelto per l’edizione 2022 del Premio, che si è ispirato al Kintsugi, la nobile arte giapponese di riparare con l’oro creando valore aggiunto.

Il Premio è stato promosso dal consorzio CS&L con la collaborazione dei consorzi CCB di Monza e Consolida di Lecco per ricordare la figura di Enrico e la sua passione innovativa applicata al mondo della cooperazione sociale, e sostenuto grazie alle donazioni raccolte attraverso il “Fondo Enrico Davolio” attivo presso la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza.

Premio Enrico Davolio 2022: è “Io… nel bosco” il progetto selezionato

La commissione di valutazione, composta da Marina Pecorelli Davolio, Daniele Davolio, Alessandra Giovannetti, Fabio Quassoli, Giancarlo Brunato, Marta Petenzi, Mario Riva e Lorenzo Guerra, ha individuato come vincitore il progetto “Io… nel bosco” della cooperativa sociale Liberi Sogni di Aizurro (Lecco), che svilupperà 15 percorsi ad alto valore educativo-esperienziale e artistico, in un contesto naturale che favorisca la ricerca del benessere e della capacità espressiva dei partecipanti. È stato stanziato un contributo di 23.500 euro.

Le motivazioni

“Il progetto è stato scelto perché coinvolge numerosi beneficiari di diversa età e tipologia, valorizzando il contatto diretto con la natura, come risorsa privilegiata per il benessere. Tale progetto contribuisce, inoltre, a diffondere l’approccio metodologico innovativo dell’ecopsicologia, offrendo ai partecipanti di tutto il territorio delle province di Lecco e Monza- Brianza l’opportunità di frequentare Cascina Rapello, ad Aizurro e i boschi limitrofi, come sede di laboratori artistici e di libera espressione di sé”.

Il progetto

Le attività di “Io… nel bosco”, rivolte a persone con fragilità come disabili, anziani, bambini e minori in condizione di difficoltà socio-economica, si fondano su due pilastri: la natura da un lato, capace di accogliere e permettere ad ognuno di potersi esprimere in libertà col proprio linguaggio, e l’arte dall’altro, che è in grado di far emergere il sogno e la dimensione creativa di ognuno, attraverso la creazione da parte dei partecipanti di opere di land art con i materiali
raccolti nel bosco. I partecipanti accompagnati da professionisti esperti nelle rispettive discipline e pratiche, metteranno in gioco il proprio corpo, il pensiero e anche la parte più emotiva e spirituale; le attività saranno calibrate, impostate e definite sulla base delle peculiarità dei diversi gruppi di destinatari: ogni esperienza ed incontro sarà pertanto unico e irripetibile.

Gli obiettivi

Il progetto intende favorire il recupero di una dimensione di benessere personale attraverso percorsi socio-aggregativi-artistici in natura, promuovere la conoscenza e il legame con la natura tramite l’esperienza diretta del bosco, supportare la capacità di espressione di sé tramite vari linguaggi artistici e la creazione di manufatti e opere di land art e, infine, agevolare la socialità di persone in condizioni di fragilità.

Il premio

Il Consorzio CS&L ha costituito presso la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza onlus il Fondo Enrico Davolio, dedicato al proprio presidente venuto a mancare nell’ottobre 2014.

Enrico Davolio

A CS&L si sono affiancati i consorzi Consolida e Comunità Brianza. Alle cooperative socie è sembrato naturale e nello stesso tempo importante ricordare la figura di Enrico per l’intelligenza e la passione innovativa che ha saputo portare all’interno del mondo della cooperazione sociale,
soprattutto se riferita alle persone più in difficoltà. Nato dalla volontà di esprimere questo ricordo e continuare il lavoro di Enrico, il fondo vuole intervenire rispetto alle situazioni di maggior svantaggio sociale e sostenere progetti inclusivi in tutte le aree di prevenzione del disagio e di innovazione sociale attraverso il “Premio Enrico Davolio”.

Come sostenere il fondo

Per sostenere il Fondo “Premio Enrico Davolio” è possibile effettuare un bonifico intestato alla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus, con causale: “Fondo Enrico Davolio”: Banca Popolare di Milano – Iban: IT03 Q05034 20408 000000029299

Seguici sui nostri canali
Necrologie