Poco prima di Natale ha compiuto un gesto che ha fatto ben presto il giro della città e non solo: regalare degli abiti a un clochard. E oggi il Comune di Monza ha deciso di premiarla: "E' la solidarietà l’anima di Monza e della Brianza”, ha rimarcato il sindaco Paolo Pilotto.

 Il riconoscimento alla commessa per il gesto compiuto 

Invitata a Palazzo Comunale, ha ricevuto venerdì  pomeriggio dalle mani del sindaco Pilotto la “medaglia della Luna”, il riconoscimento civico del Comune di Monza, durante un incontro semplice e cordiale.

L protagonista è Irene Brunetta, la giovane commessa di un negozio di abbigliamento del centro di Monza, che nella giornata del 19 dicembre aveva regalato ad un clochard alcuni abiti.

L’uomo, un 38enne di origini francesi con problemi psichiatrici, era entrato nel magazzino per provarsi dei vestiti: un piumino e dei pantoloni per proteggersi dal freddo. Irene, accortasi della situazione, aveva deciso di pagare di tasca propria gli abiti per regalarli all’uomo.

Nel frattempo gli agenti della Polizia, intervenuti sul posto, avevano provveduto a ricostruire le generalità di questa persona, rintracciandone i genitori che si sono attivati per venire in Italia a riprendere il figlio, la cui presenza in città non rientra tra quelle note agli operatori dei Servizi Sociali né alle Unità di Strada che presidiano la presenza dei senzatetto di Monza.

Le "grazie" del sindaco

Il Sindaco Paolo Pilotto e l’assessore al Welfare Egidio Riva hanno voluto riconoscere il gesto di generosità compiuto da Irene Brunetta, invitata oggi in Comune per ricevere, appunto, la “medaglia della luna” della città di Monza.

Abbiamo voluto premiare il gesto semplice e al contempo grande compiuto da Irene – spiega Pilotto – Un gesto che fa affiorare quella umanità profonda che per fortuna supera l’indifferenza diffusa e restituisce il valore autentico della solidarietà. E’ questa una delle radici più profonde del nostro territorio, è l’anima di Monza e della Brianza che ancora si manifesta”.