Attualità
Monza

"Riaprite le visite ai parenti": presidio di protesta al San Gerardo

Così si è espresso Mirko Damasco: "Oggi abbiamo affermato un diritto. Chi impedisce di non vedere un proprio caro va combattuto con tutte le armi pacifiche che abbiamo a disposizione".

"Riaprite le visite ai parenti": presidio di protesta al San Gerardo
Attualità Monza, 30 Gennaio 2022 ore 11:19

"Riaprite le visite ai parenti": presidio di protesta al San Gerardo.  L'iniziativa, che si è tenuta sabato, è stata promossa dal presidente della onlus Salvagente Italia, Mirko Damasco contro il provvedimento messo in atto dagli ospedali in seguito alla diffusione dei contagi a causa del Covid-19.

"Riaprite le visite ai parenti": protesta al San Gerardo

Infuria la polemica dopo il divieto di far visita ai familiari nei reparti degli ospedali, al San Gerardo, ma anche a Desio e Vimercate. Il presidente di Salvagente, Mirko Damasco, per diversi giorni si è presentato davanti ai cancelli dell'Asst Monza per protestare e far valere il diritto di far visita alla nonna ricoverata. Al termine della manifestazione di sabato così si è espresso Damasco:

Oggi abbiamo affermato un diritto. Il diritto di avere accanto chi amiamo se stiamo male. In questa storia non si sta in mezzo. In questa storia ci sono i buoni ed i cattivi. E chi impedisce di non vedere un proprio caro è il cattivo della storia. E va combattuto senza alcuna paura. Va combattuto con tutte le armi pacifiche che abbiamo a disposizione. I cittadini però devono svegliarsi, perché le istituzioni si fanno forza proprio della non reazione dei cittadini. Le strutture in cui si combatte per un diritto sacrosanto riaprono, smentendo loro stesse, e dimostrando, una volta di più, di non avere alcuna ragione scientifica per chiudere. Continuiamo ad insistere sulla politica , ma da oggi è partito un cambio di strategia. Quel parente, lasciato solo in quell'ospedale è il parente di tutti noi. E tutti noi ci uniamo contro quel presidio, rsa, rsd, sala parto che lo lascia solo. Protestando, facendo sit in, inondando di mail, facendo causa, fino a quando non aprite. Ospedale per ospedale, presidio per presidio.

L'invito a mobilitarsi

L'invito a scrivere e a mobilitarsi: "Segnala e ci occuperemo di quell'ospedale. Scrivi a presidente@salvagenteitalia.org". Per quel  che riguarda il San Gerardo, "in questi 10 giorni speriamo di aver dato un esempio a voi tutti: senza paura, non mollando, le cose cambiano. Ma bisogna crederci, bisogna lottare. Ma non è finita. La protesta continua fino ad un incontro". Quindi la denuncia: "L'ospedale per rispondere alla nostra protesta ha pensato bene di mandare in giro un comunicato con i dati sensibili e clinici di mia nonna. Fatto di cui risponderà, in ogni sede e grado". Infine il grazie a tutti quelli che si sono uniti nella battaglia: "Grazie a chi c'era e a chi si sta mettendo in gioco".

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie