Attualità
Monza

Rifatto il marciapiede killer in tempi record

La buona notizia a San Fruttuoso, dove a settembre era caduta una mamma con il suo bambino

Rifatto il marciapiede killer in tempi record
Attualità Monza, 05 Dicembre 2022 ore 10:50

Finalmente è stato rifatto il marciapiede colabrodo di via Tazzoli a Monza che aveva causato una brutta caduta a una mamma col bambino nel marsupio. L’assessore Giada Turato ha mantenuto (e in tempi davvero record) la promessa fatta al quartiere San Fruttuoso.

Marciapiede rifatto in via Tazzoli

Martedì mattina in via Tazzoli sono arrivati gli operai e venerdì il marciapiede era già bello finito, completamente riasfaltato e finalmente percorribile senza rischiare una caduta.
Il tratto che costeggia il Parco Varisco e che ogni giorno è percorso da centinaia di genitori e bambini che frequentano le scuole e dagli anziani che il mercoledì si recano al mercato rionale era davvero in condizioni pietose prima dell’intervento risolutivo. Tanto che a settembre una mamma con un bimbo nel marsupio era caduta e il piccolino era finito in ospedale. Fortunatamente la cosa era finita senza conseguenze, come avevamo raccontato sul Giornale di Monza e su Primamonza.it (qui l'articolo), ma la donna aveva chiesto subito un intervento per evitare che altri passassero il suo incubo. «I lavori hanno previsto la stesura di nuova pavimentazione in asfalto per circa 70 metri - ha spiegato Turato - L'attenzione a tutti i quartieri e alla sicurezza dei cittadini è una priorità assoluta mia e di questa Giunta».

Serve tempo, invece, per viale Romagna

Non sarà così rapida, invece, la risoluzione di un problema simile sul marciapiede di viale Romagna, complicato però dalla presenza delle cosiddette piante «spaccasassi», segnalato a più riprese dal consigliere comunale Sergio Visconti di MonzAttiva.

Lunedì in Aula l’assessore Turato ha preso tempo: «Abbiamo preso in carico il problema e c’è stato un sopralluogo degli agronomi, ma si tratta di un lavoro complesso, simile a quello effettuato in via Buonarroti che deve prevedere anche un miglior mantenimento delle piante esistenti con un intervento sul suolo e non una mera riasfaltatura - ha spiegato - Dovremo stanziare i fondi nelle opere pubbliche». Non avverrà quindi entro l’anno come era stato annunciato dalla scorsa Amministrazione.

Seguici sui nostri canali
Necrologie