Attualità
Novità "green" a Lissone

Riqualificazione del "pratone": ecco come sarà il parco

Saranno posati nuovi alberi, sistemato il verde pubblico, posate nuove panchine e realizzato un anello ciclopedonale

Riqualificazione del "pratone": ecco come sarà il parco
Attualità Monza, 09 Marzo 2022 ore 08:27

Via libera alla riqualificazione del "pratone" di Lissone. Il grande parco tra via Bernasconi e via San Giorgio pronto per la sua nuova vita.

Riqualificazione del "pratone"

Un nuovo percorso ciclopedonale con spazi in cui sedersi all’ombra di nuove piantumazioni, un riordino del verde esistente e una interconnessione ciclopedonale con le altre aree della città per creare un dialogo autentico fra l'area verde nel rione Cruseta e le zone limitrofe del territorio.

La Giunta del sindaco Concetta Monguzzi ha approvato lo studio di fattibilità tecnica ed economica dei lavori per la riqualificazione dell’area verde comunale situata fra le vie Bernasconi, Coppi e San Giorgio, nell’ambito di un masterplan che prevede una globalità di intervento e un completo restyling di uno dei polmoni verdi del territorio.

Prevista anche la denominazione del progetto: «Un Parco X Lissone – Parco XL» che già nel nome richiamerà alle dimensioni extra-large dell’intervento e dell’area a verde.

Più alberi nel nuovo parco

Un’opera di rilievo che entra ora nel vivo dell’iter procedurale e che porterà la progettualità a trasformarsi in un’opera vera e propria: la spesa stimata è di circa 110mila euro, somma che servirà per la realizzazione di percorsi ciclopedonali interni all’area e per l’implementazione della dotazione verde, con 100 nuove piantumazioni previste in aggiunta a quelle esistenti.

Il progetto "Un Parco X Lissone - Parco XL" è l’occasione non solo per ripensare il grande pratone e le aree alberate del parco, ma anche gli altri spazi pubblici ad esso connessi, potenziando il sistema delle connessioni ciclopedonali verso il centro città e verso gli ambiti periferici. L’area su cui verte il progetto è una delle ultime aree a verde del territorio, a maggior ragione abbiamo previsto un intervento che fosse davvero qualificante. Con l’approvazione del masterplan abbiamo immaginato un nuovo spazio aperto a disposizione degli abitanti del complesso Don Moscotti e della porzione a nord della città. Ma questa è anche l’occasione per costruire nuove relazioni di valorizzazione ambientale con gli ultimi spazi agricoli a nord e ad est di Lissone.

Così l'assessore all'Urbanistica e ambiente Antonio Erba.

lissone_pratone_2
Foto 1 di 3
lissone_pratone_22
Foto 2 di 3
lissone_pratone
Foto 3 di 3

Prevista anche una ciclopedonale

Prevista anche la realizzazione di un anello ciclopedonale interno al parco e di percorsi secondari per un totale di oltre 500 metri di ciclopedonale, il posizionamento di dieci sedute, la realizzazione di fasce di prato fiorito (2.500 metri quadrati), la realizzazione di un’area pavimentata e attrezzata, la piantumazione di circa 100 alberi fra via Buonarroti e Coppi.

Il percorso ciclopedonale ad anello permetterà di servire tutta l’area verde creando le basi per una connessione con gli altri spazi di mobilità dolce attigui al nuovo parco, fra cui i servizi pubblici presenti e gli istituti scolastici. La creazione del nuovo percorso ciclopedonale rappresenta così l’occasione per migliorare il comfort e le prestazioni ecologiche dell’intero sistema.

Nel masterplan approvato dalla Giunta Comunale, il grande pratone mantiene comunque la sua vocazione aperta alle diverse pratiche. Il campo da calcio proposto dal progetto, come specificato nel masterplan, “rappresenta una suggestione rispetto alle potenzialità dello spazio che, in prossimità di via Coppi, potrebbe essere delimitato a nord e a sud da delle porte per il gioco e successivamente da delle reti che ne garantiscono la multifunzionalità. A rafforzare la dimensione fruitiva del parco è stata immaginata una piccola area attrezzata che sia luogo di incontro e di relazione”.

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie