Attualità
Troppo affollamento

Studentessa sotto il bus, il caso arriva in Regione

Era stata schiacciata nella calca di studenti alla fermata di piazza Castello, chiesto il potenziamento delle linee

Studentessa sotto il bus, il caso arriva in Regione
Attualità Monza, 21 Ottobre 2022 ore 15:03

Il caso della studentessa investita in piazza Castello a Monza che Prima Monza ha raccontato in esclusiva è arrivato all’attenzione del Consiglio regionale.

Il caso arriva al Pirellone

«Incidenti come quello di cui è stata protagonista una studentessa quindicenne che a Monza, schiacciata dalla calca, è finita sotto un autobus non dovrebbero mai accadere. È surreale pensare che i nostri ragazzi, mentre stanno andando a scuola, possano essere vittime di episodi del genere, dovuti al sovraffollamento dei mezzi pubblici».

Così è intervenuto il vicecapogruppo del Carroccio al Pirellone Andrea Monti commentando l’incidente accaduto alla giovane agratese il 29 settembre scorso al capolinea della stazione dei bus in prossimità della stazione ferroviaria. I genitori della giovane (che si è rotta il piede) avevano avviato una petizione per chiedere il potenziamento delle linee.

L'audizione in Regione

«Dobbiamo lavorare per evitare il ripetersi di simili situazioni, dovute alla carenza delle tratte su gomma negli orari scolastici e al conseguente sovraffollamento dei mezzi disponibili, per questo ho depositato al Pirellone una richiesta di audizione», ha spiegato Monti.

Che ha poi aggiunto: «Ho chiesto che, in V Commissione permanente, vengano a riferire alle Istituzioni regionali il Presidente dell’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale del bacino di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia nonché un tecnico della provincia di Monza e Brianza e uno dell’Assessorato competente regionale. In modo che tutti assieme si risolva una situazione inaccettabile che ogni giorno mette a rischio i nostri ragazzi».

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie